cerca

CAPITALE A 5STELLE

Stadio della Roma, si ricomincia daccapo

Bocciata con il "no" del Comune la richiesta di sospensione della società giallorossa. Scaricabarile tra Raggi e Regione. Di certo c' è solo che l'iter torna indietro di un anno

Stadio della Roma, si ricomincia daccapo

A metà pomeriggio arriva il coup de théâtre: niente nuova sospensione. Anzi, per lo Stadio della Roma di Tor di Valle i tempi potrebbero allungarsi ancora. E di molto. Primo punto: la Conferenza di Servizi che deve esaminare il progetto non sarà sospesa. Al contrario, c'è tempo entro il 30 marzo per consegnare tutto il materiale mancante perché il 5 aprile si chiude. Fino a poche ore prima, un po' da tutte le parti, filtrava ottimismo in merito all'esito della richiesta di proroga presentata, a seguito dell'accordo fra la Raggi e la Roma di venerdì 24 febbraio, dalla Eurnova del costruttore Luca Parnasi per un tempo «non inferiore a giorni 30».

Un tempo che servirebbe al Comune, senza chiudere l'attuale conferenza di Servizi, per approvare la nuova delibera e alla Roma il conseguente nuovo progetto.

Giovedì, il sindaco di Roma, Virginia Raggi, aveva mandato una lettera a Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, per comunicare sia l'assenso del Comune alla richiesta di proroga ma anche che il «parere non favorevole» espresso...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente

Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie
Sos coccodrillo, da un anno gira con uno pneumatico al collo
Sony lancia il cane robot intelligente: si chiama Aibo