cerca

CAPITALE A 5STELLE

Stadio della Roma, si ricomincia daccapo

Bocciata con il "no" del Comune la richiesta di sospensione della società giallorossa. Scaricabarile tra Raggi e Regione. Di certo c' è solo che l'iter torna indietro di un anno

Stadio della Roma, si ricomincia daccapo

A metà pomeriggio arriva il coup de théâtre: niente nuova sospensione. Anzi, per lo Stadio della Roma di Tor di Valle i tempi potrebbero allungarsi ancora. E di molto. Primo punto: la Conferenza di Servizi che deve esaminare il progetto non sarà sospesa. Al contrario, c'è tempo entro il 30 marzo per consegnare tutto il materiale mancante perché il 5 aprile si chiude. Fino a poche ore prima, un po' da tutte le parti, filtrava ottimismo in merito all'esito della richiesta di proroga presentata, a seguito dell'accordo fra la Raggi e la Roma di venerdì 24 febbraio, dalla Eurnova del costruttore Luca Parnasi per un tempo «non inferiore a giorni 30».

Un tempo che servirebbe al Comune, senza chiudere l'attuale conferenza di Servizi, per approvare la nuova delibera e alla Roma il conseguente nuovo progetto.

Giovedì, il sindaco di Roma, Virginia Raggi, aveva mandato una lettera a Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, per comunicare sia l'assenso del Comune alla richiesta di proroga ma anche che il «parere non favorevole» espresso...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni