cerca

TOR CERVARA

Pugni in faccia a una studentessa per rubarle il cellulare: rom in manette

L'aggressione in via Salviati alla fermata dell'autobus. L'uomo arrestato dai carabinieri dopo la denuncia della 22enne

Pugni in faccia a una studentessa per rubarle il cellulare: rom in manette

Carabinieri

Ha colpito al volto con un pugno una studentessa di 22 anni che stava per salire a bordo di un autobus alla fermata Salviati, a Tor Cervara e le portato via il cellulare, scappando in direzione del vicino campo nomadi di via Salviati. La ragazza ha immediatamente denunciato l'accaduto ai Carabinieri della Stazione Roma Tor Sapienza che hanno immediatamente avviato le indagini. Dopo aver visionato decine di fotografie di sospettati che potessero rispondere alla caratteristiche fisiche del rapinatore, la studentessa ha indicato, senza ombra di dubbio, un ragazzo di origini slave di 25 anni, risultato effettivamente domiciliato nel campo nomadi di via Salviati.

I carabinieri sono subito andati a prelevarlo e, durante la perquisizione, è spuntato il telefono cellulare appena rubato che è stato recuperato e restituito alla proprietaria. Il 25enne, trattenuto in caserma con l'accusa di rapina, è stato sottoposto al rito direttissimo a seguito del quale è stato sottoposto agli arresti domiciliari nel campo nomadi di provenienza.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • mario

    rossi

    02:02, 09 Novembre 2016

    Ancora un rom.

    Rom, rumeni, albanesi, clandestini vari: I preferiti e i protetti del Papa e della Boldrini. Ci sara` una ragione del perche` questi due scelgano le persone peggiori del firmamento delinquenziale? Sicuramente non per spirito cristiano, nonstante uno dei due sia papa, i cristiani sono gente seria, non masochisti ne` provocatori. E ne` trolls. E non si scelgono i delinquenti, ignorando le vittime di questi. Questo non e` assolutamente cristianesimo, nemmeno i musulmani lo fanno.

    Rispondi

    Report