cerca

TRIBUNALE DI ROMA

"C'è una trans a Miss Italia" Selvaggia Lucarelli condannata

La blogger dovrà liquidare un risarcimento danno di 5mila euro per le affermazioni contro Alessia Mancini che nel 2010 arrivò in finale al concorso di bellezza. Condannata a pagare anche un’ammenda di 500 euro

"C'è una trans a Miss Italia" Selvaggia Lucarelli condannata

Da sinistra Alessia Mancini (Miss Lazio 2010) e Selvaggia Lucarelli

Le aveva dato del trans nel periodo in cui era in corsa per il titolo di Miss Italia. La giornalista e blogger Selvaggia Lucarelli è stata condannata al pagamento di 500 euro di multa al culmine del procedimento per diffamazione ai danni di Alessia Mancini, miss Lazio nel 2010. La giuria monocratica di Piazzale Clodio ha inoltre disposto il pagamento di 5mila euro per il risarcimento alla miss numero 53 al tempo della vicenda.

Tutto era partito da una frase pubblicata dalla Lucarelli sul suo blog nel settembre del 2010, nella quale veniva adombrato il sospetto che nelle fila delle finaliste per il concorso della più bella d'Italia vi fosse un trans. E nel mirino dell'affilata penna della blogger era finita la ragazza, omonima della nota showgirl. Nell'articolo si faceva riferimento alla statura della Mancini e alla sua fisicità per confermare la voce che sarebbe girata durante il concorso. Nell'aula 1 del Tribunale di Roma il pm Stefano Morelli aveva richiesto mille euro di multa, la difesa invece l’assoluzione perché non ci sarebbe stato intento diffamatorio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • Leonardo

    Bottiglieri

    19:07, 01 Dicembre 2016

    Giornalista...

    Quando un titolo non lo si nega a nessuno, ma proprio a nessuno...

    Rispondi

    Report

Opinioni