cerca

GUERRE STELLARI

I dubbi dell'Anac su Salvatore Romeo, il fedelissimo di Virginia Raggi

Secondo l'Autorità nella nomina e nella retribuzione del fedelissimo del sindaco ci sarebbero profili di illegittimità

Virginia Raggi annuncia il faccia a faccia con Matteo Renzi: Credo ci vedremo a breve

Due pagine che, chissà perché, sono rimaste chiuse nel cassetto della scrivania di Virginia Raggi. Niente pubblicazione su Facebook (come era accaduto nel caso dell’ex capo di gabinetto Carla Raineri). E silenzio più totale. Eppure la risposta dell'Anac di Raffaele Cantone è stata inviata il 7 settembre e protocollata dal Campidoglio il 29 settembre. Si potrebbe parlare a lungo di cosa sia successo in questa due settimane, ma poco conta. Ciò che conta è che l'Adnkronos è entrata in possesso del documento. E le notizie per la sindaca di Roma, ancora una volta, non sono positive.  

Il caso è quello di Salvatore Romeo, funzionario comunale, attivista del MoVimento 5 Stelle, assunto attraverso una curiosa procedura come capo segreteria di Raggi. Romeo, infatti, è dipendente del Comune. Quando Virginia vince le elezioni si mette in aspettativa e, il 9 agosto, viene "riassunto" come dirigente esterno del Campidoglio. Perarltro con uno stipendio che, in meno di 24 ore, passa da 39mila euro l’anno a 110mila. I grillini insorgono e la sindaca gli taglia lo stipendio scendendo a 93mila euro (comunque un bell'aumento rispetto a prima).

Ora è arrivato il parere dell'Anac che, pur tra le righe, non risparmia critiche a questa procedura, ipotizzando aspetti di illegittimità. Si comincia proprio dalla retribuzione. Secondo l'Autorità, nel fissarla, vanno adottati «criteri di ragionevolezza e buon andamento». Non solo anche se nella richiesta della sindaca non si fa mai riferimento al caso Romeo, l'Anac sottolinea che, per "riassumere" dipendenti del comune e corrispondergli un trattamento economico da dirigente, sarebbe necessaria «previa disciplina» nel "Regolamento sugli uffici e i servizi" dell’ente. Disciplina che, però, non esiste in Campidoglio. L'impressione è che per Virginia Raggi si stia aprendo un nuovo fronte. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • mario

    rossi

    05:05, 22 Ottobre 2016

    Ah Ah Ah

    Questi M5S, presi ancora con le mani nella marmellata. In ogni posto dove governano, problemi a non finire. Ma allora, questa gentucola che grida "onesta`, onesta`, onesta`" in cosa si differenzia dai ladri e farabutti che siamo abituati a vedere seduti nel parlamento, a mangiarsi di tutto a quattro ganascie? Diamo tempo al tempo e diventeranno esattamente come loro, cioe` come la DC, il PSI, PSDI, PCI (o DS o PDI), PDL (o Forza Italia), etc.etc.etc. Gente grassa e dalla bocca e stomaco XXL. Gia` si comincia a vedere come andra` a finire, alla faccia degli allocchi che ancora ci credono e li votano.

    Rispondi

    Report