cerca

Minorenne romano eredita il tesoro della casa crollata

Nuove scosse. Muore il 94enne, le vittime salgono a 298

Minorenne romano eredita il tesoro della casa crollata

terremoto

Un tesoro tra le macerie. È stato ritrovato a Pescara del Tronto sotto il cumulo di intonaci e calcinacci di una casa crollata la notte dello scorso 24 agosto, quando il terremoto ha sconvolto il Centro Italia. Oro, gioielli e orologi del valore di qualche milionie di euro sono stati infatti ritrovati lo scorso 3 settembre tra le macerie di una casa distrutta di Pescara del Tronto, nel Comune di Arquata. Il proprietario di quel tesoro è un ragazzo di 17 anni che lo ha ereditato nel vero senso della parola. L’abitazione in cui sono stati trovati i gioielli infatti apparteneva a una coppia titolari di un Compro Oro a Roma. I due anziani coniugi erano i genitori del ragazzo e sono entrambi morti la notte del sisma, travolti dai detriti. Così il ragazzo ora erediterà il tesoro ritrovato tra le macerie. Dagli accertamenti svolti dai carabinieri di Ascoli, non sono emersi al momento elementi che possono mettere in dubbio la liceità del possesso dell’oro e dei gioielli da parte della famiglia del ragazzo. Poiché il giovane romano non ha ancora 18 anni, tutto rimane sotto sequestro. Il tribunale per i Minori di Roma dovrà nominare un giudice tutore. Sul caso, la procura della Repubblica di Ascoli Piceno qualche giorno fa aveva aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di ricettazione, sequestrando tutto quanto era stato occultato fra le pareti della casa crollata. Oro, gioielli e orologiinfatti erano nascosti tra le intercapedini delle mura in pietra dell’abitazine crollata il 24 agosto, quando a poche ore dalla scossa delle 3.36, una donna si era recata dai carabinieri per denunciare la presenza nella casa crollata di un ingente quantitativo di oro e preziosi, indicando anche in che zona dell’abitazione erano stati nascosti. Intanto sale a 298 il numero delle vittime del terremoto. È infatti morto ieri nell’ospedale dell’Aquila Renato Marsicola, 94 anni di Amatrice, ricoverato subito dopo la scossa del 24 agosto. La forte tempra del’uomo ha ceduto per sempre attorno alle 6.30 di ieri mattina nel reparto di geriatria del San Salvatore, dove era stato ricoverato una settimana fa, dopo una lunga degenza (tre settimane) in rianimazione. Intanto non si fermano le scosse. Ieri un evento sismico di magnitudo 2.6 è stato registrato, alle 17.19, dalla Rete sismica dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, in provincia di Rieti. L’evento è stato localizzato a una profondità di 9 chilometri. Una scossa di magnitudo 3 è stata invece registrata, alle 7.21, in provincia di Perugia. L’evento è stato localizzato a una profondità di 7 chilometri.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni