cerca

Le 5 stelle della Raggi cadono giù dal Campidoglio

In un solo giorno lasciano il Comune il capo di Gabinetto Raineri l’assessore al Bilancio Minenna e i vertici di Atac e Ama. ROMA ALLO SBANDO Dalla giunta al terremoto, le gaffe della sindaca

Le 5 stelle della Raggi cadono giù dal Campidoglio

Raggi

Cinque dimissioni in un solo giorno. Cinque ruoli chiave per il governo di Roma Capitale rimasti vacanti nel giro di poche ore. Un altro primato targato 5 Stelle che ha tradotto la giornata di ieri in quella più lunga per il sindaco Virginia Raggi, chiusa in un silenzio imbarazzante dopo il post «choc» su Facebook della notte scorsa in cui ha dato il benservito al suo capo di gabinetto, il magistrato milanese esperto in anticorruzione, Carla Romana Raineri. Poche righe in cui il sindaco, prendendo atto del parere dell’Anac sulla nomina "irregolare" ha revocato l’incarico al personaggio chiave di tutta la macchina amministrativa. Inconsapevole, forse, dell’effetto domino che quel post avrebbe causato da lì a poche ore. Tanto passa infatti dall’annuncio dell’assessore al Bilancio, Marcello Minenna di rassegnare le proprie dimissioni, accettate poi dalla stessa Raggi nel tardo pomeriggio di ieri. Nessuno parla, nessuno spiega, al di là del post del sindaco in cui pubblica le poche righe dell’Anac - sostanzialmente la nomina del capo di gabinetto sarebbe dovuta avvenire previa selezione pubblica - eppure da parlare e da spiegare ci sarebbe eccome. Soprattutto perché alle dimissioni di Minenna sono seguite quelle del presidente dell’Ama, Alessandro Solidoro nominato dalla Raggi appena il 4 agosto scorso. Fedelissimo dell’assessore al Bilancio, il numero uno dell’Ama, quello che avrebbe dovuto fronteggiare l’emergenza rifiuti della Capitale, di nuovo alle porte con il rientro dalle ferie e la ripresa di tutte le attività, comprese quelle scolastiche, ha preferito ritirarsi. In una giornata lunghissima sono arrivate poi forse le uniche dimissioni che si aspettavano, quelle dei vertici Atac, vale a dire il dg Marco Rettighieri e l’amministratore unico Armando Brandolese. In un colpo solo dunque Virginia Raggi perde le cinque stelle più importanti per la guida di Roma Capitale, il capo di gabinetto, che firma e convalida tutti gli atti amministrativi, l’assessore al Bilancio, fondamentale, e i vertici delle due aziende chiave, quella dei trasporti e quella dell’igiene urbana. Una riunione di maggioranza con il sindaco e quel che resta della giunta, convocata nel primo pomeriggio in Campidoglio sarebbe stata accesa nei toni "interni" ma molto pacata in quelli esterni. E se la Raggi, nonostante l’invito delle opposizioni si guarda bene dall’andare in Aula per riferire sulla crisi senza precedenti della giunta, le dichiarazioni del suo vice, Daniele Frongia non convincono affatto: «È stata una riunione molto costruttiva, con un ottimo clima - ha detto il numero due del Campidoglio a margine del vertice di maggioranza - sicuramente non è una crisi, abbiamo agito dopo la ricezione di un parere dell’Anac nell’ambito di un intervento straordinario di analisi e verifica di tutte le deliberazioni prodotte dall’amministrazione Raggi». La tesi di Frongia però non convince affatto e le parole del magistrato Raineri, ricordiamo fortemente voluto dalla Raggi a tal punto da provocare l’uscita della Lombardi dal minidirettorio, gettano ombre scurissime sulla «trasparenza» a 5 Stelle. «Al momento non voglio rilasciare dichiarazioni, quel che le dico è che diffiderò chiunque avanzi l’ipotesi che le mie dimissioni siano legate all’accettazione dell’articolo 90 ovvero a riduzioni dei miei compensi, perché non è così - sostiene il magistrato che prima della revoca formale del sindaco ha rassegnato le proprie dimissioni - credevo di essere stata chiamata per garantire la legalità. La verità è tutt’altra e spiegherò presto le mie ragioni». Sullo sfondo anche una delibera sul riordino delle partecipate portate da Minenna in giunta la settimana scorsa e rinviata, si dice, «causa terremoto» ma anche questa tesi convince davvero poco.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello