martedì 24 maggio 2016

.
Sfogliatore
ACQUISTA EDIZIONE
LEGGI L’EDIZIONE
19/01/2016 06:09

SFIDA CAPITALE

Bertolaso: "Serve un uomo oltre i partiti E io sono pronto"

L'intervista al possibile candidato di centrodestra per il Campidoglio

bertolaso

«Se parliamo di fatti, e non di chiacchiere, non ho novità. Posso dire che se ci fossero le condizioni per una candidatura al di sopra delle parti e dei partiti, penso a una lista civica con un programma molto preciso, potrei prenderla in considerazione perché io amo Roma e mi addolora vederla ridotta così. Ma servono le condizioni, senza questi giochetti politici. Io non sono mai stato un politico, e mai lo sarò». Guido Bertolaso risponde al telefono da fuori Roma, e a domanda («correrebbe per la poltrona di sindaco della Capitale?») risponde chiaramente che sì, la cosa per quel che lo riguarda si potrebbe fare davanti a un'offerta credibile. Tocca ai vertici del centrodestra, semmai, sciogliere le riserve e venire a capo di una situazione che, ripete l'ex capo della Protezione Civile, al momento sarebbe ancora «fluida».

 

 

Bertolaso, sarà candidato sindaco di Roma per il centrodestra?

«Continuo a leggere sui giornali di quest'ipotesi, ma non c'è assolutamente nessuna novità, nessun fatto reale».

 

 

Il pressing di Berlusconi nei suoi confronti?

«Quello c'è stato, però una cosa è parlare di questo argomento un'altra poi è entrare davvero nel merito e affrontarlo con serietà. Perché le chiacchiere a casa mia stanno a zero. Sono uno che bada ai fatti. Da questo punto di vista non ci sono assolutamente novità».

 

 

Le è stata fatta una proposta?

«È stato fatto un ragionamento sulla base di tutta una serie di altre riflessioni su altri possibili candidati. Penso che nella realtà ci sia una situazione molto fluida nella quale ognuno è ancora alla ricerca di possibili candidati, da una parte e dall'altra».

 

 

Lei avrebbe davvero voglia di cimentarsi nella corsa per Roma e, nel caso, nel suo governo?

«Siamo arrivati a una situazione talmente drammatica che credo sia una sfida da far tremare le vene dei polsi. È ovvio che poi Roma è la mia città, le sono sempre stato legatissimo, la adoro e mi piange il cuore nel vedere lo stato di degrado in cui si trova. Quindi se un giorno davvero dovessero esserci le condizioni per dare una mano a risollevarla si può anche prendere in considerazione l'ipotesi».

 

 

Quali sarebbero le condizioni per candidarsi?

«Si tratta di eleggere un manager in grado di far funzionare questa città che è allo stremo, quindi la politica e i giochetti politici contano poco. Quello che conta è curriculum, la capacità di fare e i programmi molto precisi per quello che si deve realizzare. Servirebbero le condizioni non solo nel centrodestra ma nell'arco della città, con delle persone per bene della società civile per poter immaginare una candidatura al di sopra delle parti e dei partiti».

 

 

I processi a suo carico (quello per li G8 della Maddalena e il «Grandi Rischi bis» a L'Aquila) non rischiano di essere un peso sulla candidatura?

«Come noto mi sono sempre astenuto dal fare attività pubblica proprio perché avevo il processo collegato a La Maddalena in corso. Spero che entro giugno questo sia concluso, mancano otto o nove udienze. Basta leggere le carte e verbali per capire che non solo sono assolutamente estraneo ai fatti che mi sono stati imputati ma anzi che sono stato rigoroso controllore di quelle che erano attività in corso».

 

 

Quanto dovremo aspettare?

«Non ho nessuna ansia, nessuna preoccupazione. Sono appena tornato dall'Africa, sto già programmando i prossimi interventi per i bambini della Sierra Leone».

Martino Villosio

Scagionato dalla Magistratura dalle accuse rivoltegli, sarei personalmente felicissimo di dare il mio voto al Dott. Bertolaso, della cui rettitudine e capacità sono certo. Buon pomeriggio.
Postato da Paolo Lazzè il 19/01/2016 14:28
Invia il tuo commento





consenso al trattamento dei dati
I commenti inviati vengono pubblicati solo dopo esser stati approvati dalla redazione






Invia una copia anche al tuo indirizzo di posta
Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro