cerca

Il sindaco di Philadelphia: "Noi non abbiamo pagato"

Il Tempo ha contattato Mark Mc Donald, portavoce del primo cittadino Michael Nutter L'APPELLO Ma a Filadelfia (Calabria) pronti a ospitarlo gratis

Il sindaco di Philadelphia: "Noi non abbiamo pagato"

A__WEB

Contattato da Il Tempo, Mark Mc Donald, portavoce del sindaco di Philadelphia Michael Nutter, ci dà una versione che smentisce quella fornita dal Campidoglio su chi ha sostenuto le spese del viaggio e del soggiorno di Marino negli States (il Comune di Roma aveva detto che era tutto a carico dell’amministrazione della città americana).

«Il sindaco Marino e il sindaco di Philadelfia si sono incontrati in Campidoglio a giugno a Roma, e in quella occasione il primo cittadino della Capitale d’Italia era stato in effetti invitato a presenziare alla visiata papale dallo stesso sindaco di Philadelphia, Michael Nutter, e dall’arcivescovo Chaput».

Il portavoce non si sottrae però alla richiesta di chiarimenti sulle spese del viaggio e del soggiorno di Marino. «La municipalità di Philadelphia non ha sostenuto alcuna spesa, può darsi che Marino abbia beneficiato dell’ospitalità di qualche amico americano».

Ad ogni modo Mc Donald tiene a precisare che «in occasione della visita romana, da parte della delegazione di Philadelphia, Marino si rivelò un ottimo padrone di casa. I due sindaci parlarono delle misure di sicurezza che la Capitale aveva scelto di adottare per il Papa e per i propri cittadini. In quella occasione Nutter ricevette da Marino il regalo di un libro contenente i dettagli delle strategie tese ad assicurare protezione alla figura del Papa durante l’evento di aprile-maggio scorso».

E ancora. «Il sindaco Nutter, in quella occasione, mise al corrente Marino del modo in cui Philadelfia si sarebbe preparara a ricevere il Papa, quello che loro definiscono"the gloabl treasure"».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Diletta Leotta come non l'avete mai vista 

Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi
Degrado capitale, la stazione Termini è un  vespasiano a cielo aperto
La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"