cerca

Boom dei detersivi alla spina

In un anno nel Lazio ne sono stati venduti 170 mila litri. Trenta i distributori installati, che presto arriveranno a quota quaranta. Il connubio di risparmio ed ecologia ha riscosso la simpatia di romani e laziali, che si sono adeguati al nuovo modo di acquistare i detergenti per la casa e il bucato. Le cifre parlano chiaro: gli oltre 60 mila flaconi riempiti rappresentano una vittoria. Non si tratta di una moda passeggera: sono numerose le variabili che spingono all'acquisto. In primo luogo il prezzo economico, di circa 80 centesimi a flacone; la possibilità di riutilizzo, e infine, l'abbattimento dei costi della confezione, il cosiddetto packaging. Sono 5 i tipi di detersivi proposti: da bucato, per lana e delicati, l'ammorbidente, per i piatti, e per i pavimenti. La macchina distributrice è precisa: a ogni flacone riempito, indica il risparmio di acqua, energia e anidride carbonica. Fra i luoghi di distribuzione: tre supermercati della catena Panorama (via Tiburtina, 757; via Rigamonti, 100; via Collatina, 858); Crai (via Padre Lino da Parma, 7); Auchan, presso Centro Commerciale Porta di Roma. Dieci giorni fa, un'altra apertura a Trastevere, la prima nel centro storico.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie

Sos coccodrillo, da un anno gira con uno pneumatico al collo
Sony lancia il cane robot intelligente: si chiama Aibo
Il camion dell'Atac blocca il tram.  I passeggeri lo spostano a spinta

Opinioni