cerca

Primo maggio, il turismo frena

Èpreoccupato il neo presidente della Fiavet Lazio, Andrea Costanzo: «L'allarme influenza suina ha purtroppo intaccato il settore del last minute, da sempre determinante per far recuperare all'ultimo momento il cattivo andamento dei viaggi e delle partenze - spiega – così registriamo un calo delle prenotazioni dell'ultimo minuto causato anche dalla paura di questa influenza». Rispetto al primo maggio dello 2007 la Fiavet, sulla base dei rilevamenti effettuati sulla rete delle agenzie di viaggio laziali, segnala un 30% in meno di prenotazioni, che andrebbero a penalizzare proprio le mete europee in genere più ambite vale a dire Londra, Parigi, Madrid e Barcellona. Il rovescio della medaglia è rappresentato dalla risalita del nostro Paese nelle preferenze dei romani in partenza e dei turisti in arrivo. Dunque il primato va alle città d'arte, ai soggiorni in agriturismo, in particolare Umbria, Lazio e Emilia Romagna, e ai weekend nelle principali località turistiche e balneari.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Dall'elicottero ai Fori: il lancio mozzafiato con il Tricolore

Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie
Isola dei Famosi hot, la Marcuzzi si lancia su De Martino e resta nuda