cerca

«Il razzismo non è bullismo»

Ilpresidente del Copasir e leader dell'opposizione in Campidoglio, Francesco Rutelli, lancia l'allarme sugli ultimi gravi episodi di aggressione e violenza a danno di extracomunitari avvenuti nella Capitale. «Ci sono parole - afferma Rutelli - che dobbiamo spendere anche quando non fa comodo. E la parola "razzismo" è certamente una di queste. Vedo nella Capitale episodi del genere, come è accaduto qualche giorno fa in grandi quartieri della periferia. Si sente spesso citare Tor Bella Monaca, ma non solo lì. Si tratta - spiega ancora l'ex primo cittadino - di avvenimenti che hanno una chiara matrice di intolleranza razziale ma che non sono stati sufficientemente stigmatizzati dal sindaco come episodi intollerabili e, anzi, sono stati derubicati da Alemanno come episodi di bullismo». Infine Rutelli lancia un monito al mondo politico capitolino e soprattutto al sindaco Alemanno: «Se facciamo allignare il razzismo nei nostri quartieri popolari, il risveglio può essere drammatico».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano volo [VIDEO]

Isola dei Famosi hot, la Marcuzzi si lancia su De Martino e resta nuda
Raikkonen spezza una gamba al meccanico della Ferrari
Il crollo in diretta: ecco il video della voragine sull'Appia