cerca

Centro, pestato disabile, è racket dell'elemosina

Centro, pestato disabile, è racket dell'elemosina

Un disabile chiede l'elemosina

Pestato perché lui disabile romeno chiedeva l'elemosina nella zona che i due connazionali, lui e lei, consideravano zona loro. Così una coppia di romeni, lui 41 anni e lei 32, sono stati arrestati dai carabinieri della stazione Viminale perché hanno picchiato e rapinato un loro connazionale di 53 anni, disabile, in via Lungotevere dei Sangallo, per intimorirlo e costringerlo a rinunciare all'accattonaggio in quella zona. I due pretendevano l'esclusiva di quel posto dove solitamente la vittima chiedeva l'elemosina. E così non solo gli hanno fratturato le ossa del naso ma gli hanno portato via anche 300 euro. Dopo l'intervento dei carabinieri l'uomo è stato trasportato nell'ospedale Santo Spirito e ne avrà per 21 giorni.

I due sono stati portati a Regina Coeli e Rebibbia. «È un episodio gravissimo che merita una ferma condanna da parte di tutti - commenta l'assessore alle Politiche sociali del Comune di Roma, Sveva Belviso - La violenza è di per sé un'azione sconsiderata ma quando viene commessa su persone inermi o con forti disagi è ancora più deplorevole ed intollerabile. Alle forze dell'ordine va il mio ringraziamento per il tempestivo intervento, alla vittima della aggressione - conclude Belviso - la mia più sincera vicinanza e solidarietà». «L'impressione - ragione l'assessore provinciale ai Servizi sociali, Claudio Cecchini - è che ci sia una Roma sommersa e dimenticata, che soffre e che non riesce a farsi ascoltare se non dopo questi episodi di violenza. Il compito delle istituzioni è proteggere tutti i cittadini e tutelare soprattutto chi già vive in una situazione di profondo disagio e che quindi subisce una duplice discriminazione».

Il presidente dell'Osservatorio sociale, Luigi Camilloni, lancia la proposta: «Serve un'ordinanza comunale anti-accattonaggio che preveda l'impiego di vigili e mediatori culturali del settore delle Politiche sociali con il compito di sconfiggere il racket dell'elemosina e individuare gli sfruttatori che spesso si celano dietro disabili, donne e bambini che chiedono l'elemosina».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente

Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie
Sos coccodrillo, da un anno gira con uno pneumatico al collo
Sony lancia il cane robot intelligente: si chiama Aibo