cerca

Una cabina di regia per i dirigenti a rischio disoccupazione

L'accordoavrà come obiettivo primario il monitoraggio costante dell'andamento dei dati e delle informazioni riferiti al numero e ai ruoli ricoperti dai dirigenti usciti dal mercato del lavoro nel territorio di Roma. «L'Unione degli Industriali di Roma e sindacato Romano Dirigenti Aziende Industriali - annuncia una nota congiunta - condividono l'impostazione secondo la quale con incentivi mirati e anche attraverso percorsi formativi innovativi, i dirigenti che hanno perso il lavoro potrebbero trovare una loro ricollocazione all'interno delle piccole imprese in ambito locale, al fine di rafforzare il livello manageriale di queste ultime e di consentire loro di essere più competitive ed internazionalizzate sui propri mercati di riferimento. «In un momento di rallentamento dell'economia locale - afferma Regina - la firma di questo accordo è significativo poiché potrà fornire alle piccole e medie imprese del territorio quel patrimonio di know how e di competenze necessario per renderle maggiormente competitive accrescendo la loro patrimonializzazione e rendendole più forti sui mercati nazionali ed internazionali. Sono certo che anche Comune, Provincia e Regione insieme a Fondirigenti faranno la loro parte perché la cabina di regia possa dare i risultati che i dirigenti d'azienda e il territorio si aspettano». «Con l'istituzione della cabina di regia - commenta Cuzzilla - Srdai e Uir inaugurano una stagione di collaborazione all'insegna della responsabilità. Il mondo imprenditoriale, infatti, riconosce la strategicità del ruolo sociale del dirigente, la cui professionalità deve essere tutelata e consolidata nell'interesse delle imprese e delle istituzioni».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente

Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie
Sos coccodrillo, da un anno gira con uno pneumatico al collo
Sony lancia il cane robot intelligente: si chiama Aibo

Opinioni