cerca

Periferie, parte la riqualificazione

L'assessore Ghera: sbloccate le opere di urbanizzazione per 40 milioni di euro

.Si tratta dei quartieri, ormai neanche tanto più periferici, nati e cresciuti nell'abusivismo, a ridosso del centro storico. Una vera «emergenza» per una Capitale che vuole e deve proiettarsi nel futuro. Un'emergenza che verrà ora alleviata da un nuovo stanziamento di 40 milioni di euro destinato proprio alle opere di urbanizzazione. La delibera, che nel particolare riguarda gli oneri di concessione versati dai consorzi di autorecupero, è stata approvata dalla giunta capitolina pochi giorni fa, su proposta dell'assessore ai Lavori pubblici, Fabrizio Ghera e andrà ora al vaglio del Consiglio comunale. «Si tratta di un provvedimento importante, con il quale daremo avvio alla realizzazione di fogne, strade e illuminazione pubblica nelle periferie - spiega Ghera - grazie all'approvazione del regolamento per la loro realizzazione a scomputo degli oneri di concessione versati dai consorzi e che, in base alla nuova legge, rischiavano di rimanere bloccati ancora proprio per la mancanza di questo regolamento. Le opere riguarderanno i quartieri edificati abusivamente e che sono soggetti a piani di recupero urbanistico. Oltre a sbloccare una situazione ferma da oltre due anni, con versamenti dei cittadini congelati per l'impossibilità di realizzare le opere - continua Ghera - con questi 40 milioni di euro l'amministrazione comunale compie un altro significativo passo per il recupero e la riqualificazione delle periferie». Tra le prime opere a partire, quella fondamentale dell'illuminazione pubblica a Villaggio Prenestino. Il quartiere, nell'VIII Municipio, a cavallo tra la via Prenestina e la via Collatina, sarà oggetto di una significativa opera di installazione di illuminazione pubblica. Il costo per l'installazione di 409 pali è di circa 1,3 milioni di euro. Non solo nuova illuminazione e fogne, la riqualificazione delle periferie passa anche per nuove infrastrutture, soprattutto nella viabilità. In questo senso, il Bilancio capitolino non ha badato a risparmi. Non solo sono previsti 250 milioni di euro per la manutenzione stradale, ma si sono assicurate la copertura economica opere strategiche per il quadrante sud. Lo svincolo degli Oceani, tre rotatorie sull'Ardeatina, il sottopasso Colombo-Malafede, il sottopasso di via del Risaro, che servirà a collegare Vitinia a Tor de'Cenci e, sorpattutto le nuove complanari della Cristoforo Colombo, nel tratto che va da Mezzocammino ad Acilia, finanziate con 16 milioni di euro. Molte di queste opere andranno in gara entro il 2009.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Clochard accoltella poliziotto: paura in via Appia Nuova

"La mia Lazio da Champions ma gli arbitri...", intervista esclusiva a Ciro Immobile
Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente
Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie

Opinioni