cerca

Astral, ora spunta il rapporto

La relazione della commissione di verifica è arrivata alla Pisana

A darne notizia è una nota dell'assessore Astorre che proprio nel dicembre 2008 inviò copia del rapporto della commissione alla dirigenza Astral. «A luglio scorso dopo le inchieste giornalistiche sull'assunzione di personale in Astral, abbiamo deciso di affidare a una commissione un lavoro di verifica - ricorda Astorre -. Nel rapporto emerge che se da un lato la pianta organica, l'organigramma e il cosiddetto "funzionigramma" sono adeguati alle missioni affidati alla società stessa, da parte della società per azioni è mancata un'adeguata forma di pubblicità nel reclutamento e forme competitive di ingaggio per le assunzioni».

Nessun bando insomma per le assunzioni Astral e in alcuni casi, come sottolineato nel rapporto della stessa commissione d'inchiesta, non solo per diverse, onerose consulenze esterne, non se ne ravvisava la necessità e l'urgenza previste dalla legge, ma diversi curricula non risultano adeguati alle mansioni svolte. Nella nota stampa dell'assessore segue una dichiarazione del direttore generale Astral, Riccardo Napolitano, che rassicura come «da giugno 2008 non abbiamo fatto nessun nuovo contratto di lavoro, nel marzo scorso, poi - ha precisato Napolitano - il Cda ha approvato il regolamento adottando misure che rispondono ai criteri di trasparenza, pubblicità e imparzialità richiesti dalla legge». Curioso però come risultino almeno due nuovi contratti di assunzione tra la fine di novembre e l'inizio di dicembre 2008. Forse, l'invito della Commissione d'inchiesta alla Regione di compiere verifiche periodiche e continuative sulla consistenza delle risorse umane, finanziarie e strumentali dell'Astral andrebbe colto in fretta.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente

Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie
Sos coccodrillo, da un anno gira con uno pneumatico al collo
Sony lancia il cane robot intelligente: si chiama Aibo