cerca

I Cavalieri del commercio Genio e volontà in un premio

Maanche ad altri 31 piccoli imprenditori della Capitale, rappresentanti di quei mestieri e professioni che con il passare degli anni si sono trasformati conservando però la solidità della loro tradizione. Ieri, la statuetta raffigurante la «Colonna Traiana» è passata nelle loro mani da quelle del sindaco Gianni Alemanno. Il premio «Cavaliere del Commercio», promosso dal Comune, assessorato alle attività produttive, con l'organizzazione di Zetema, ha così celebrato le eccellenze del settore commercio che a Roma rappresenta il 35% dell'economia. La cerimonia, nella Protomoteca in Campidoglio, ha visto, tra gli altri, la patecipazione del sindaco Gianni Alemanno e dell'assessore al commercio Davide Bordoni che hanno consegnato agli imprenditori il premio «Colonna Traiana», simbolo del centro amministrativo e commerciale della Città di un tempo. Momento particolare della cerimonia, quando l'imprenditore Paolo Bulgari ha invece ricevuto la Lupa Capitolina per i 125 anni di attività della Maison. Per Alemanno si è trattato di un «riconoscimento ad un settore che è scambio, cultura e animazione della città e che deve essere premiato anche pensando al merito pesonale di chi è riuscito negli anni a creare qualcosa». Tutti esponenti di un settore che nella Capitale spazia dal caffè storico alla concessione automobilistica, dalla gioielleria al ristorante, dal panificio al negozio di abbigliamento. Tra i più noti a ricevere il premio: Nazzareno Giolitti, titolare della gelateria in via degli Uffici del Vicario; Andrea Nesi del ristorante «La Fiorentina» in via Doria; Italo Santucci del ristorante «Il Caminetto» di viale Parioli. Cavaliere del Commercio anche Emanuele Pacifici, figlio del rabbino capo di Genova, rappresentante di commercio per il Calzificio del Mezzogiorno di Latina, poi divenuto Dublo Spa, fino al 1982, anno dell'attentato alla Sinagoga di Roma nel quale rimase gravemente ferito. E Rosella Pizzuti per il ristorante e stabilimento balneare «Peppino a Mare»; insieme a Carlo Teichner per l'azienda di abbigliamento «Teichner», Anna Vannicelli per l'alimentari «Castaldi» in via dei Quattro Venti e Armando Zaffarini per la concessionaria «Autocolosseo» alla Magliana. L'assessore Bordoni ha voluto ricordare l'impegno che l'amministrazione comunale sta mettendo per il settore commercio in questo momento di forte difficoltà. Dunque lo stanziamento per le piccole e medie imprese, nel bilancio appena approvato, di «8 milioni di euro oltre ai 3,6 milioni per le nuove attività in periferia». Dam.Ver.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

"La mia Lazio da Champions ma gli arbitri...". L'intervista a Immobile

Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente
Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie
Sos coccodrillo, da un anno gira con uno pneumatico al collo

Opinioni