cerca

Sgarbi «assume» Racz: lavori qui a Salemi

«Glidiamo lavoro - dice Vittorio Sgarbi - per questioni di principio e di legalità. Chiedo a Filippo La Mantia, celebre chef, attraverso l'altrettanto celebre collega Fulvio Pierangelini che di Salemi è assessore alle Mani in pasta, di aprire un ristorante. Gli diamo spazio - conclude - nella sede del palazzo del sindaco, al pian terreno, perché possa far lavorare nella tollerante città di Salemi, libera et immunis, come ricordano gli annali della storia siciliana, già mortificata dalla propaganda negativa sulla mafia, il romeno Karol Racz, vittima della cattiva giustizia». Il difensore di Racz, l'avvocato Lorenzo La Marca, prende atto: «Apprezzo l'iniziativa, ora dalle parole si passi ai fatti». Ieri in un comunicato congiunto, i segretari nazionale e regionale dell'Anip Italia sicura, Flavio Tuzi e Filippo Bertolami, sono tornati a parlare delle indagini su Loyos e Racz. Secondo i due esponenti c'è stata «troppa pressione e fretta di dimostrare il successo di indagini. Dopo aver assistito a questa brutta lunga pagina, la paventata subordinazione della polizia giudiziaria al Governo, oggi, deve necessariamente essere letta con diffidenza a meno che non vengano rafforzati gli strumenti istituzionali di indipendenza tecnica del Questore».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie