cerca

Extravergine al Tempio di Adriano

Ilconcorso promosso da Unioncamere Lazio nel quadro delle iniziative promozionali a sostegno del settore agricolo, rivolge la massima attenzione alla filiera olivicola attraverso una serie di iniziative a supporto delle imprese del settore. La giornata di premiazione è stata introdotta da Pietro Abate, direttore generale di Unioncamere Lazio che ha sottolineato l'importanza registrata dal concorso regionale in questi ultimi anni come alto momento di valorizzazione delle produzioni olivicole laziali. Quest'anno il concorso regionale per i migliori oli extravergine d'oliva ha fatto registrare la partecipazione di 88 aziende, 13 in più rispetto alla passata edizione, con ben 30 aziende della provincia di Roma, seguita da quella di Rieti con 22 imprese mentre Viterbo ha fatto registrare 18 partecipanti seguita da Latina con 12 e Frosinone con 6. Le categorie messe a concorso sono: olio extravergine di oliva, Dop Sabina, Dop Canino e Dop Tuscia. Le categorie si articolano, secondo le caratteristiche del prodotto, in fruttato intenso, medio e leggero. Per ciascuna categoria, vengono premiati i primi tre oli classificati. Gli oli con il punteggio organolettico più alto in assoluto, indipendentemente dalla categoria di fruttato, parteciperanno anche alle finali del concorso «Ercole Olivario». La cerimonia di premiazione è stata seguita nel pomeriggio nella Sala del Tempio, dalle 16 alle 18,30, da una degustazione aperta al pubblico con banchi di assaggio degli oli partecipanti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

"La mia Lazio da Champions ma gli arbitri...". L'intervista a Immobile

Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente
Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie
Sos coccodrillo, da un anno gira con uno pneumatico al collo

Opinioni