cerca

«Subito diminuzione dell'Irap»

Questoil giudizio espresso, in una nota dal Consiglio direttivo di Confindustria Lazio. «Il Piano di rientro, che non ha "aggredito" incisivamente le inefficienze della sanità regionale, sta registrando finora scostamenti fra obiettivi programmati e risultati raggiunti - continua la nota - In sostanza, una lettura dei dati 2006-08 dice che la Regione non è riuscita ad avviare un percorso di riduzione del deficit sanitario che continua, quindi, ad essere una criticità strutturale nonostante le improprie coperture messe a carico delle imprese. Coperture che hanno pesanti impatti sul nostro tessuto economico per il permanere di un inasprimento di carico fiscale sulle imprese che era stato, invece, presentato dall'attuale Giunta come misura assolutamente transitoria. Si tratta di un inasprimento - con significativo effetto di "spiazzamento" - che penalizza la competitività del nostro sistema produttivo rispetto, in primis, alle imprese delle altre regioni nelle quali vige l'aliquota ordinaria. Maggiorazione di carico Irap che pesa sulle imprese laziali per almeno 500 milioni di euro all'anno con connesso prevedibile effetto "cumulato", in termini di ulteriore abbassamento del profilo di crescita del Pil regionale. La pesantissima crisi in atto impone, oggi, un immediato riallineamento dell'aliquota Irap applicata nel Lazio a quella delle altre regioni».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie

Sos coccodrillo, da un anno gira con uno pneumatico al collo
Sony lancia il cane robot intelligente: si chiama Aibo
Il camion dell'Atac blocca il tram.  I passeggeri lo spostano a spinta

Opinioni