cerca

Si ribella all'etilometro, in cella

Si ribella all'etilometro, in cella

Etilometro

Calci e pugni contro i carabinieri per sfuggire all'etilometro. Un ascensore pieno di cocaina e marijuana. Sono solo due esempi della scatenata «movida» sul litorale romano, tenuta costantemente sott'occhio dai militari della Compagnia di Ostia, schierati lungo le principali arterie del territorio costiero. «Armati» di etilometri, gli uomini dell'Arma hanno vigilato al fine di prevenire infrazioni al codice della strada e portato a termine monitoraggi per accertare la guida in stato di ebbrezza alcolica ed evitare le cosiddette «stragi del sabato sera».

Posti di controllo sono stati organizzati dalle gazzelle del Nucleo Radiomobile del Lido all'esterno di sale da ballo e pub, tra Casalpalocco, la via Cristoforo Colombo, il lungomare Toscanelli e Piazza dei Ravennati a Ostia, con dispositivo di controllo preventivo ben visibile dagli automobilisti, anche da notevole distanza, mediante lampeggianti accesi. Undici le persone trovate positive al test, nove italiani e due stranieri, per le quali è scattata la segnalazione all'Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza. Cinque poi le persone segnalate per possesso di modica quantità di sostanza stupefacente, cinque patenti e tre carte di circolazione ritirate. A dare più problemi ai carabinieri, un italiano, pregiudicato, finito in manette: l'uomo, dopo essersi rifiutato di sottoporsi al test di controllo, si è scagliato con calci e pugni contro i militari che gli chiedevano i documenti di guida. A seguito di perquisizioni in un immobile in via della Paranzella invece, all'interno di un ascensore i militari hanno sequestrato 13 grammi di cocaina e 18 di marijuana che, ben nascosti, erano già suddivisi in dosi, pronte per essere spacciate.

Icontrolli sono stati fatti anche a Ladispoli dove tre ragazzi sono stati sorpresi alla guida in stato di ebbrezza. Un pregiudicato agli arresti domiciliari è stato arrestato dai carabinieri della locale Stazione di Ladispoli: poco prima a bordo della sua autovettura, completamente ubriaco, aveva rotto alcune panchine del giardino pubblico di via Trieste, danneggiato aiuole e autovetture sul lungomare, per poi scappare in via Odescalchi in direzione di Passoscuro, dove è stato arrestato. Infine, a Fregene, i carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un cittadino del Marocco sorpreso a rubare all'interno del negozio «Avanzi». I carabinieri, ricevuta la segnalazione, hanno accertato che il ladro era riuscito a forzare il dispositivo antitaccheggio e stava per fuggire con il bottino.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni