cerca

Comincia il viaggio del Pdl

Leultime assemblee di una storia iniziata a metà degli anni '90 e la prima pagina di una politica ancora tutta da scrivere, quella della nascita di un soggetto politico unico. Una sfida, quella del Popolo delle Libertà che si presenta ben più difficile a livello locale, quando manca la sintesi sulle grandi tematiche e occorre pensare alla quotidianità. Il governo della Capitale, per la prima volta al centrodestra, impone poi delle responsabilità in più, riconosciute ad Alemanno, primo cittadino e leader nazionale. Non a caso, in «quota» Alemanno sulla divisione dei coordinamenti territoriali del nuovo partito ci sono ben due regioni, il Lazio e l'Abruzzo. Ed è proprio il Lazio a conquistare la scena più importante per cercare di soddisfare l'ambizione politica di riportare il centrodestra alla guida della Regione. Per questo, Vincenzo Piso, già coordinatore per anni della Federazione romana di An siederà, salvo colpi di scena dell'ultima ora, sulla poltrona più alta del Pdl laziale. Il suo vice sarà Alfredo Pallone, già coordinatore regionale di Fi. E sempre in quota An va la guida del partito provinciale con Francesco Lollobrigida, mentre agli azzurri resterebbe il coordinamento romano con Gianni Sammarco. Una squadra, quella che si formerà a fine marzo con il congresso nazionale del Pdl, che nel Lazio avrà solo un obiettivo: vincere le Regionali 2010.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Clochard accoltella poliziotto: paura in via Appia Nuova

"La mia Lazio da Champions ma gli arbitri...", intervista esclusiva a Ciro Immobile
Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente
Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie

Opinioni