cerca

Scrive «aiuto» sui batuffoli di cotone

Sembrala scena di un film del terrore. Invece si è verificata davvero, l'altra mattina, a via Pian Due Torri, alla Magliana. L'incubo è finito alle 8,45 con l'arrivo della polizia del commissariato San Paolo, diretto da Giuseppe Miglionico, che ha arrestato l'uomo per sequestro di persona e stalking. La vittima è una donna di 40 anni, madre di due figli. L'aggressore è il suo compagno, di 41, P.D., un impreditore edile, anche lui padre di due figli. Due anni fa i due erano amanti, circa dodici mesi dopo hanno deciso di troncare con il loro partner e di fare coppia fissa, pur vivendo in case separate, sempre alla Magliana. Ma lui è geloso, è diventato violento. L'altra mattina presto la donna esce di casa per accompagnare i figli a scuola. Quando torna lui è sul pianerottolo. La prende alle spalle, la costringe ad aprire la porta, poi una volta dentro le toglie il telefonino e comincia a picchiarla. Lei riesce a fuggire. Si chiude in bagno. Qui le viene l'idea di scrivere sui batuffoli la richiesta di aiuto. Il portiere dello stabile li raccoglie, capisce avvisa il 113. Fab. Dic.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Clochard accoltella poliziotto: paura in via Appia Nuova

"La mia Lazio da Champions ma gli arbitri...", intervista esclusiva a Ciro Immobile
Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente
Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie

Opinioni