cerca

Lazio e Campania Siglata l'alleanza per conquistare tour operator russi

Econ questo obiettivo sbarcheranno insieme alla Mitt, la più rilevante fiera del turismo di Mosca, in programma dal 18 al 21 marzo prossimi, dove si presenteranno fianco a fianco con un unico stand, nello spazio Italia dell'Enit. L'intesa è stata stretta ieri dagli assessori regionali al Turismo di Lazio e Campania, rispettivamente Claudio Mancini e Claudio Velardi, con la firma di un accordo di collaborazione che prevede la promozione congiunta delle eccellenze turistiche delle due regioni. Via libera quindi all'Agenzia regionale di promozione turistica di Roma e del Lazio e all'Ente provinciale per il turismo di Caserta, per la Campania, che lavoreranno insieme per organizzare la presenza alla Mitt (Moscow International Travel & Exhibition) oltre all'evento, in programma la sera del 17 marzo a Mosca, in cui le due regioni presenteranno in anteprima ai media e ai tour operator russi le loro proposte. «Con questa operazione di promozione congiunta - ha spiegato Mancini - puntiamo a rafforzare la capacità di penetrazione delle due regioni in un mercato, come quello russo, particolarmente interessante e in costante crescita. Si tratta di una modalità di collaborazione che mira a valorizzare sulla piazza internazionale le eccellenze turistiche del Centro-Sud». «La Russia è uno dei paesi obiettivo per il turismo campano e la fiera di Mosca un appuntamento di grande interesse per tutto l'Est Europa - ha aggiunto Velardi - Proporre assieme due regioni, i cui territori sono limitrofi e le località di maggior richiamo raggiungibili in poche ore, rafforza la nostra azione sui mercati stranieri in un periodo di crisi internazionale».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Clochard accoltella poliziotto: paura in via Appia Nuova

"La mia Lazio da Champions ma gli arbitri...", intervista esclusiva a Ciro Immobile
Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente
Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie

Opinioni