cerca

I candidati M5S nei collegi uninominali nel Lazio

Ecco i grillini che sognano il Parlamento

Ecco i grillini che sognano il Parlamento

Ci sono i «vip» come Emilio Carelli, Mauro Vaglio e Dino Giarrusso. Ma anche tante eccellenze della cosiddetta società civile. È la pattuglia del MoVimento 5 Stelle che cercherà di espugnare i collegi uninominali a Roma e nel Lazio.
Partiamo dal Senato. Al Portuense è candidato il presidente dell’Ordine Forense di Roma, l’avvocato Mauro Vaglio, già componente del Consiglio di reggenza della Banca d’Italia e consigliere della Camera di Commercio. Proprio Vaglio nei giorni passati al centro di una polemica per l’invio di una mail «elettorale» alle pec dei suoi colleghi. «Nessuna violazione - spiega lui - Non ho usato la mailing list dell’Ordine, ma un indirizzario personale che ho costruito negli anni. La mia è una lunga storia professionale esercitata con e a servizio dei colleghi: era mio dovere informarli della mia candidatura». Nel collegio Gianicolense corre invece il professore Claudio Consolo, ordinario di Procedura civile alla Sapienza con un passato negli atenei di Milano, Verona, Padova e Innsbruck. «Sulla giustizia il Pd ha fallito - argomenta spiegando il proprio impegno nel M5S - L’obiettivo del MoVimento, che condivido, è che il processo civile va reso celere e meno costoso e soprattutto meglio orientato sul suo reale ruolo: assegnare i torti e le ragioni alle parti senza inutili dispersioni di tempo e sforzi». Al Collatino c’è invece il ricercatore e medico chirurgo di Tor Vergata Pierpaolo Sileri: dalle sue denunce è partita l’inchiesta sul Rettore del secondo ateneo romano. Si batte per una sanità più efficiente: «Nell’ultimo decennio la capacità assistenziale del Servizio sanitario nazionale si è ridotta dal 92% a meno dell’80%, è diminuito significativamente il finanziamento pubblico. Nel 2016 oltre 11 milioni di italiani hanno rinunciato alle cure almeno una volta a causa dell’allungarsi delle liste d’attesa. Gli sprechi esistono, ma non si risolvono con i tagli lineari». Nel collegio Roma Fiumicino corre Giulia Lupo, sindacalista e assistente di volo Alitalia, mentre a Latina è candidato Rosario Calabrese, rettore della scuola di alto management «Lusstig» e docente di diritto internazionale comparato. A Viterbo c’è un magistrato: Alberto Cozzella, lavora al ministero della Giustizia presso la direzione generale degli istituti penitenziari. A Guidonia-Rieti è candidata invece una donna: l’imprenditrice agricola di Amatrice Sonia Santarelli.
Alla Camera dei deputati Angelo Cirulli, imprenditore artigiano che ha pubblicamente denunciato la truffa del decreto salvabanche sfida il premier Paolo Gentiloni nel collegio Roma Centro. «Come tanti italiani ho investito confrontato dalle parole dei politici. Invece ho perso tutto», dice rammaricato. A Primavalle c’è la professoressa di sociologia dell’Università Niccolò Cusano Emanuela Del Re, esperta di migrazioni, rifugiati e minoranze, collabora con la Commissione Ue sui progetti in Medio Oriente. A Torre Angela, uno dei collegi in cui il M5S è più forte, corre con i favori del pronostico Lorenzo Fioramonti, docente di politica economia a Pretoria. Favoritissimo anche Emilio Carelli, giornalista ed ex direttore di SkyTg24, candidato a Ostia-Fiumicino. Al Tuscolano è candidato Felice Mariani, bronzo olimpico nel judo a Montreal 1976 e allenatore dell’olimpionica a Pechino Giulia Quintavalle. A Montesacro troviamo Claudia Giacchetti, funzionario dell’Agenzia delle Dogane, oggetto di un procedimento disciplinare per aver rivelato a Report alcune anomalie nel funzionamento delle procedure concorsuali. «Troppo spesso le Pa fanno orecchie da mercante su chi bara e ciò alimenta la corruzione», spiega. A Roma Gianicolense ambisce a un seggio a Montecitorio la «Iena» Dino Giarrusso. Nel collegio Ardeatino è candidato l’avvocato penalista Daniele Piva. A Castel Giubileo Riccardo De Angelis, 10 anni in Corte dei conti e ora impegnato nella difesa di chi come lui ha perso i risparmi a causa delle crisi bancarie. Cerca il blitz in una roccaforte di centrodestra: «La campagna elettorale è faticosa ma entusiasmante. La politica è stare dalla parte dei cittadini e difenderne i diritti. Voglio portare in Parlamento le istanze dei risparmiatori truffati». Massimiliano De Toma, già presidente di FederModa e presidente dei commercianti del IV Municipio, è invece candidato al Collatino: «Il M5S? Credo mi abbia scelto per la mia esperienza nelle attività commerciali. Ho raggiunto i miei obiettivi grazie alla famiglie e penso che i cittadini che potrei rappresentare in Parlamento siano la mia grande famiglia. Vorrei dar voce e sostego a tutti». A Marino corre poi Antonella Gobbo.
A Civitavecchia corre un altro legale: Paolo Mastandrea. A Rieti c’è invece un medico di Emergency: Maurizio Angeloni. A Pomezia, collegio in cui il M5S è favorito, è candidato Marco Bella, professore di Chimica Organica alla Sapienza. A Latina c’è Leone Martellucci, ingegnere, ricercatore alla Sapienza, si occupa di veicoli elettrici al Pomos di Cisterna.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie