sanatorie "per necessità"

La mossa di Berlusconi: sì al condono edilizio

Daniele Di Mario

"L'edilizia va rilanciata". Cautela di Salvini: "Ma non così"

È polemica sul «condono edilizio per necessità», l'ultima idea lanciata da Silvio Berlusconi in campagna elettorale. Il leader della Lega Matteo Salvini si dice subito contrario, la sinistra parte all' attacco, con lo staff di Forza Italia che alla fine rettifica parlando non di «condono» ma di «semplificazione».

«C'è la possibilità di una sanatoria edilizia per i casi di abusivismo di necessità, dico sì solo se si restringe con il massimo rigore il concetto di necessità», dice Berlusconi intervistato da Radio24. «Penso - prosegue il presidente di FI- che bisogna cambiare regole: chi deve costruire una casa o aprire unristorante o un'attività commerciale non dovrà più aspettare anni per le autorizza zioni, i permessi e le licenze. Dovrà dichiarare l' inizio dell' attività assumendosi la responsabilità di rispettare le leggi urbanistiche e i regolamenti sanitari. Solo ex post - spiega il Cav- dovrà arrivare il controllo che nel caso di irregolarità assegnerà un periodo di tempo per sanarle...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.