la strategia

Elezioni regionali Lazio, Pirozzi dà l’ultimatum agli "alleati"

Alberto Di Majo

Il sindaco di Amatrice accorcia i tempi e avverte il centrodestra. Poi boccia l’ipotesi Parisi: "No ai candidati buoni per tutte le stagioni"

Sergio Pirozzi non arretra di un millimetro e lancia l’ultimatum ai suoi possibili alleati. «Questa è stata una fase straordinaria con un consenso sempre crescente, diciamo che questo è stato come il primo turno e adesso per noi comincia il ballottaggio. È una corsa contro tutto e tutti, contro chi pensava che ci fossero uomini e donne in vendita. E allora io dico ballottaggio perché chi si vorrà apparentare con Sergio Pirozzi presidente ha una scadenza per farlo: il 26 gennaio alle ore 15. Lo dico per rispetto degli elettori del Lazio, soprattutto del centrodestra ma non solo, che chiedono e non capiscono. Il 26 gennaio è il giorno del mio compleanno, e quindi qualsiasi sarà la decisione sugli apparentamenti noi festeggeremo».

Il sindaco di Amatrice sta cercando di completare un capolavoro politico, vale a dire diventare l’unico candidato della coalizione di centrodestra alla presidenza della Regione Lazio. Ci riuscirà? Per ora sembra di no perché tra Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia nemmeno ieri è stato raggiunto un accordo. È invece probabile che i tre partiti avranno...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.