cerca

SFIDA REGIONALI

Elezioni in Sicilia, exit poll: Musumeci avanti ma Cancelleri insegue

Tonfo Pd e sinistra. Lo spoglio (tra le polemiche) inizierà domani mattina

Elezioni in Sicilia, exit poll: Musumeci avanti ma Cancelleri insegue

Nello Musumeci

I numeri sono virtuali, ma la tendenza si vede e non è di poco conto considerando l'importanza della partita. Secondo gli exit poll sulle Regionali in sicilia, il candidato del centrodestra Nello Musumeci sarebbe in lievissimo vantaggio su Giancarlo Cancelleri, aspirante governatore del M5S. Il primo infatti può vantare una forbice di consensi che va dal 36 al 40%, mentre il pentastellato oscilla tra il 33-34 fino al 37 circa. La sfida però è ancora tutta da giocare e solo domani ci sarà lo spoglio ufficiale dei voti che partirà alle 8. Affluenza in lieve calo rispetto al 2012: il dato delle 22 è del 46,76%, in discesa rispetto al 47,41% di cinque anni fa.

Di certo c'è il tonfo del Pd e della sinistra; Fabrizio Micari, rettore dell'Università di Palermo, si attesterebbe tra il 16 e il 20%, Fava(appoggiato da Mdp) addirittura intorno al 10%. Dal mondo dem le parole sono decise: per Lorenzo Guerini, coordinatore della segreteria nazionale "se i risultati confermeranno gli exit poll di stasera ci troveremmo davanti a una sconfitta tanto annunciata da tempo quanto netta e indiscutibile". Lo stesso Micari usa più invece più prudenza, spiegando che "la storia ci insegna quanto il dato degli exit poll sia parziale ed estremamente approssimativo. Domani si cominciano a vedere i dati veri, poi ci sarà tutto il tempo per commentare". Davide Faraone attacca invece il numero 1 del Senato "Micari ha avuto il coraggio che non ha avuto Grasso".

Cauto ottimismo Musumeci
Dallo staff di Musumeci, voluto fortemente da Matteo Salvini, trapela "un cauto ottimismo, attendiamo con fiducia il dato definitivo di domani". Nel centrodestra però non sono in pochi a leggere in chiave nazionale la sfida di Palazzo d'Orleans, soprattutto in vista delle prossime elezioni politiche. A caldo il leader della Lega ruggisce: "La cosa certa è che il governo è stato sfiduciato dall'80% dei siciliani, scioglimento del Parlamento ed elezioni subito".

I big del mondo a Cinque Stelle preferiscono attendere e mandano avanti Ignazio Corrao, giovane europarlamentare cresciuto nel Palermitano: "Ci tengo a dire che il nostro è comunque un risultato fantastico. Abbiamo corso da soli contro le accozzaglie della vecchia politica siciliana.Spero che possiamo liberare la sicilia,i dati dicono che siamo testa a testa, di sicuro è fallito il Pd".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello