cerca

VERSO IL REFERENDUM DEL NORD

Contrordine padani: aveva ragione Bossi!

Salvini vuole la Lega nazionale

Contrordine padani: aveva ragione Bossi!

Il leghista Matteo Salvini

Ma allora aveva ragione il Senatùr! L'hanno fatto scendere dal Carroccio in fretta e furia dopo l'inchiesta sulle spese pazze della Lega. A poco sono valse le sue scuse, gli è stata fatale la cartellina "The family", che conteneva i pagamenti per coprire i conti dei figli attingendo alle casse del partito. Eppure sul versante politico leghista ha sempre avuto ragione lui. Il tempo è galantuomo e ora i governatori Zaia e Maroni e, soprattutto, il leader Salvini dovrebbero riconoscerglielo e, dunque, riabilitarlo. La prova è evidente: il referendum per l'autonomia del Nord del 22 ottobre prossimo. Ovviamente non servirà a niente (c'è bisogno di una legge nazionale per trasferire poteri e fondi) ma loro, i paladini del federalismo, della crescita del Nord, di una migliore (secondo loro) distribuzione dei soldi, non si fermano. I padani dovranno rispondere a questo quesito: «Vuoi tu che alla Regione Veneto siano attribuite ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia?» (per i veneti) e «Volete voi che la Regione Lombardia, nel quadro dell’unità nazionale, intraprenda le iniziative istituzionali necessarie per richiedere allo Stato l’attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e agli effetti di cui all’articolo 116, terzo comma della Costituzione?». Un referendum consultivo che va in senso contrario rispetto alla Lega nazionale che immagina Matteo Salvini: un partito che si è aperto al Sud e che non parla più di federalismo e men che meno di Padania. Ma ora è arrivato il contrordine: più soldi e autonomia decisionale per il Nord! Come facciano a stare insieme le due prospettive (quella di Zaia e Maroni da una parte, quella di Salvini dall'altra) è un mistero. Di certo, però, almeno una conclusione è logica: Bossi ha preceduto tutti, chiedeva poteri e fondi per Lombardia e Veneto già trent'anni fa. Almeno che gliene rendano merito.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • Claudio

    Pasqualini

    02:02, 04 Ottobre 2017

    Bossi chiedeva l'indipendenza, il referendum parla di autonomia, due cose ben diverse, solo chi ci specula su e gli ignoranti fanno finta di non capire la differenza

    Rispondi

    Report

.tv

Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro

Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie
Isola dei Famosi hot, la Marcuzzi si lancia su De Martino e resta nuda
Raikkonen spezza una gamba al meccanico della Ferrari