LO SCENARIO POLITICO

Ritorna il Partito della Nazione e comincia la corsa alle Regionali

Alberto Di Majo

Tra poche settimane si voterà a Ostia, uno dei Municipi più popolosi della Capitale (il 5 novembre, come in Sicilia). Nella primavera del 2018 toccherà al Lazio (e ad altre Regioni) e ci saranno anche le elezioni politiche. La sfida è molto delicata: la
posta in gioco non è tanto il governo del Paese (la legge elettorale che ha in mente la maggioranza del Parlamento punta
a non far vincere nessuno) ma gli equilibri nei singoli partiti e nelle coalizioni. Cominciamo da Ostia. Il Pd, che continua a predicare la democrazia dal basso, ha imposto dall’alto un candidato dell'ambientalismo anni Ottanta, Athos De Luca. Una parte dei Democratici non ci sta e sosterrà un altro aspirante presidente di Municipio insieme con alcuni esponenti vicini al
ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, cresciuta ed eletta proprio in questo collegio. Il candidato si chiama Andrea Bozzi, poco più che quarantenne, giornalista indipendente dai partiti, ha lavorato molti anni a Roma Uno Tv, dove si è sempre occupato dei problemi dei cittadini: la sua trasmissione non a caso proponeva un filo diretto con i telespettatori.

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.