cerca

EMERGENZA SBARCHI

La rivolta dei sindaci contro i migranti

Sono molti i primi cittadini che non vogliono pagare per una politica dissennata. C’è anche chi, oltre a protestare, adotta provvedimenti concreti per la sua gente

La rivolta dei sindaci contro i migranti

"Prima vengono i miei cittadinii". Brava Magda Beretta, sindaco leghista di Senago, che lotta e resiste contro il governo dell'invasione! #primagliitaliani". Così su Facebook il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, in un post in cui allega un articolo di giornale in cui si parla della prima cittadina di Senago, in provincia di Milano, Magda Beretta che, convocata in Prefettura, ha detto: "Ho 80 perso ne di Senago in lista per una casa, prima vengono loro". E l’accoglienza ai migranti? Per la giovane sindaca leghista i migranti vengono dopo i suoi cittadini, che pagano le tasse da sempre. E Magda Beretta non è l’unica prima cittadina che si rifiuta di essere un esattore, ma vuole difendere il territorio e i suoi abitanti. Il malumore tra chi rappresenta la "prima linea" sul territorio si diffonde, c’è la percezione netta che quello dei migranti è un racket nel quale guadagnano le grandi organizzazioni criminali e perdono i cittadini che lavorano...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino

A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello
Ostia, giornalista aggredito da Roberto Spada
Matteo Salvini a Il Tempo: "Il campo di via Salone va eliminato"