cerca

L'AIUTINO DEL LEADER M5S

L’editto di Grillo per salvare Di Maio

Bloccati i sindaci che vogliono correre alle Politiche, il prescelto a candidato premier resta il fido Luigi

L’editto di Grillo per salvare Di Maio

Beppe Grillo e Luigi Di Maio

Il M5S corre il rischio di diventare una polveriera in vista delle prossime politiche e la corsa per la nomination a candidato premier del movimento si sta trasformando già in un vero rodeo. Per porre un freno alle attuali fibrillazioni è intervenuto Beppe Grillo, con un post chiarificatore sul blog: "Ci tengo a ribadire che nel MoVimento 5 Stelle vige una regola chiara e semplice: ogni portavoce eletto porta a termine il suo mandato e durante il suo svolgimento non può candidarsi a svolgere altre cariche o ad assumere altri incarichi". "Le votazioni - ha puntualizzato ancora - per il candidato premier e per i candidati in Parlamento escluderanno dunque, come da regolamento vigente, tutti i portavoce del MoVimento 5 Stelle che stanno svolgendo un altro mandato. Chi ha iniziato a fare il sindaco nel 2016 continuerà a farlo fino al 2021. Rispettiamo sempre gli impegni presi con i cittadini". La presa di posizione del "garante" Grillo ha un obiettivo chiaro: al predestinato per Palazzo Chigi Luigi Di Maio, ogni giorno si affiancano altri potenziali competitor, tra cui il...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni