cerca

L'AIUTINO DEL LEADER M5S

L’editto di Grillo per salvare Di Maio

Bloccati i sindaci che vogliono correre alle Politiche, il prescelto a candidato premier resta il fido Luigi

L’editto di Grillo per salvare Di Maio

Beppe Grillo e Luigi Di Maio

Il M5S corre il rischio di diventare una polveriera in vista delle prossime politiche e la corsa per la nomination a candidato premier del movimento si sta trasformando già in un vero rodeo. Per porre un freno alle attuali fibrillazioni è intervenuto Beppe Grillo, con un post chiarificatore sul blog: "Ci tengo a ribadire che nel MoVimento 5 Stelle vige una regola chiara e semplice: ogni portavoce eletto porta a termine il suo mandato e durante il suo svolgimento non può candidarsi a svolgere altre cariche o ad assumere altri incarichi". "Le votazioni - ha puntualizzato ancora - per il candidato premier e per i candidati in Parlamento escluderanno dunque, come da regolamento vigente, tutti i portavoce del MoVimento 5 Stelle che stanno svolgendo un altro mandato. Chi ha iniziato a fare il sindaco nel 2016 continuerà a farlo fino al 2021. Rispettiamo sempre gli impegni presi con i cittadini". La presa di posizione del "garante" Grillo ha un obiettivo chiaro: al predestinato per Palazzo Chigi Luigi Di Maio, ogni giorno si affiancano altri potenziali competitor, tra cui il...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Insulti e parolacce ai concorrenti, bufera su Flavio Insinna

Strage Manchester, il momento dell'esplosione. I video amatoriali
Manchester, strage al concerto di Ariana Grande
Bayern in festa, Ancelotti intona "I migliori anni della nostra vita"

Opinioni