cerca

POLITICA IN LUTTO

Addio a Salvatore Tatarella, alfiere della destra da Cerignola a Strasburgo

Addio a Salvatore Tatarella, alfiere della destra da Cerignola a Strasburgo

Salvatore Tatarella nel novembre 2013, all'assemblea fondativa di Futuro e Libertà (LaPresse)

E' morto a 69 anni Salvatore Tatarella, esponente di rilievo della destra italiana, stroncato da un male incurabile.

Fratello di Pinuccio, Salvatore è stato un esponente del Movimento Sociale Italiano - Destra Nazionale, membro del comitato centrale e della direzione nazionale. Deputato, è stato anche sindaco della "rossa" Cerignola dal 1993 al 1999, vicesindaco di Bari e consigliere regionale della Puglia. "Con Salvatore Tatarella scompare prematuramente uno dei protagonisti di una stagione di passione e di vittorie della destra italiana - scrive Maurizio Gasparri - Attivo membro del Consiglio regionale della Puglia, della Camera dei deputati e del Parlamento europeo, la sua intensa e appassionata vita politica resta segnata dalla grande vittoria del 1993 a Cerignola, dove fu il primo sindaco di destra in una città simbolo della sinistra. Si aprì allora un periodo di una destra protagonista che lo ha visto tra successi, discussioni e militanza, promotore di mille iniziative, riviste, azioni concrete al servizio della comunità locale e nazionale. Con Pinuccio ha scritto una storia condivisa con tanti, che appartiene a tutti e che lo vede tra i costruttori infaticabili di una politica fatta di idee e generosità", conclude il vicepresidente del Senato.

Il presidente dell'assemblea regionale della Puglia Mario Loizzo ha espresso il cordoglio dell'intero Consiglio regionale della Puglia per la scomparsa di Tatarella. Ma sono stati tanti gli attestati di cordoglio arrivati dal mondo della politica, anche da chi milita nel centrosinistra: "Esprimo tutto il mio cordoglio per la scomparsa di Salvatore Tatarella, una colonna della destra italiana che ho avuto modo di apprezzare, a livello personale e professionale, al Parlamento europeo, dove abbiamo condiviso tanti momenti insieme" ha detto Lara Comi, europarlamentare di Forza Italia. "La passione di Salvatore - ha continuato - resterà un patrimonio per tutti coloro che vogliono intraprendere la strada della politica. Idee, generosità e caparbietà costituiscono i tratti di una persona che lascia un vuoto grandissimo".

"Con la scomparsa di Salvatore Tatarella la politica pugliese e il centrodestra italiano perdono un appassionato interprete e un gentiluomo" ha commentato il senatore Gaetano Quagliariello, presidente di Idea.

"La scomparsa di Salvatore Tatarella mi addolora profondamente. La Puglia e la politica tutta perdono una personalità appassionata e una persona perbene. Un politico che ha sempre fatto del dialogo e della generosità i tratti distintivi della sua carriera all'interno delle Istituzioni" ha detto Antonio Leone, consigliere laico del Consiglio Superiore della Magistratura.

"Salvatore per me era soprattutto un amico. E come tutti gli amici non mi ha risparmiato nulla dall'amicizia alle critiche. Per questo l'ho sempre stimato, apprezzato e gli ho voluto bene. La politica italiana, la destra riformatrice perde una delle menti migliori. Mancherà a tutti" ha dichiarato Raffaele Fitto, leader dei Conservatori e riformisti.

"Abbiamo vissuto in tutti questi anni la politica su fronti contrapposti - ha detto infine il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano - ma ci ha sempre unito un rapporto di stima, sincerità  e affetto. Porto con me tanti momenti di dialogo e discussione, tante riflessioni e, più di tutto, quel sentimento di amore verso la nostra terra che sempre emergeva quando parlavo con Salvatore".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni