cerca

LA POLITICA E GLI ASTRI

Il Divino Otelma e l'anno che verrà: "Ho previsto la fine di Renzi Ecco cosa succederà nel 2017"

Il Divino Otelma e l'anno che verrà: Ho previsto la fine di Renzi Ecco cosa succederà nel 2017

A fine 2015 fu l’unico a prevedere la «sberla elettorale» di Matteo Renzi. Il Divino Otelma - Marco Belelli all’anagrafe - così sentenziò: «Renzi prenderà una grande sberla ma resterà attaccato alla poltrona. Sarà gradito al massimo dal 12% degli italiani».

Divino Otelma, sulle cifre si è leggermente sbagliato. Resta il fatto che nessuno, dodici mesi fa, poteva immaginare il tracollo renziano. Lei come ha fatto?

«Potremmo rispondere che il Divino Otelma è l’unico italiano vivente in possesso di sei lauree - due a La Sapienza e quattro a Genova - e un Diploma ISPI di Milano, oppure dire che è un Astrologo e Veggente di fama internazionale, oppure che i Suoi Vaticini sono costantemente coronati da successo quando sono elargiti ex cathedra, e così via. Noi però preferiamo semplicemente affermare che tutto ciò è vero e verificabile a iosa e che Egli - Il Divino - opera con l’assistenza degli Dei Immortali e del Suo Daimon, Demetrio, esattamente come Socrate procedeva nel corso della sua vita terrena. Potremmo infine chiosare che il livello dei sedicenti politologi italici è assai modesto, da operetta, laddove quello del Divino è lato, di politologo raffinato (e del resto, una delle sei lauree è in Scienze Politiche... e non si dimentichi l’ISPI)».

Allora provi il colpaccio anche nel 2017: quale sarà l’avvenimento politico più sorprendente?

«Probabilmente, almeno per taluni sprovveduti, il disvelamento del "vero" Donald: il nuovo Presidente americano - che a Noi piace molto - si rivelerà un Grande Presidente, molto meglio del "mulatto" sotto svariati punti di vista».

E l’ex premier Matteo Renzi tornerà da protagonista nell’arena politica o è destinato all’oblio?

«L’ex Duce Puffo, trombato alla grande dal popolo italiano come da Noi profetizzato a fine dicembre 2015 e inizio 2016 (basta andare in Rete e leggere i Nostri Vaticini per rendersene conto) è un incrocio tra Putin, Erdogan e il Valentino, un soggetto senza scrupoli di sorta, con modesta cultura, tanta boria, tanta supponenza, tanta ingordigia di Potere Assoluto, col coltello sempre all’opera per scuoiare i dissenzienti veri o potenziali. Ha pugnalato Enrico, assassinato Ignazio, in questo momento ha in testa un solo pensiero: la rivincita e la vendetta. Se ci riuscirà oppure no dipenderà da due fattori: la legge elettorale e la vigilanza delle forze democratiche che sono maggioritarie nel Paese, come si è constatato al referendum recente».

Cosa prevedono gli astri per il futuro del nostro Paese? 

«Il 2017 sarà un anno di estrema difficoltà e periglio per le nostre amate pecorelle italiche anche perché l’ex Duce Puffo ha lasciato dietro di sé macerie in abbondanza: tuttavia, grazie a Gentiloni e Draghi, si registrerà un modesto miglioramento a livello di immagine; i conti economici resteranno però in rosso, sprofondati nell’abisso della inconcludenza e di un deficit strutturale crescente».

Quali saranno i protagonisti politici - in positivo e in negativo - dell’anno che verrà?

«Draghi, Trump, Bergoglio, Travaglio (cui l’Italia deve molto), Putin, Erdogan e Il Divino».

Si andrà al voto nel 2017 o a scadenza naturale della legislatura?

«Non alla scadenza naturale».

A proposito, ce la farà il Parlamento ad approvare una legge elettorale condivisa da tutti?

«Sarà approvata una legge non condivisa da tutti». 

Gli analisti prevedono un 2017 molto difficile per l’Europa: è la fine dell’Unione?

«Molto difficile per l’Europa certamente sì, perché i popoli si ribelleranno alla pretesa assurda di imporre a colpi di ricatto finanziario lo stravolgimento dei valori culturali e degli equilibri economici ovvero. Parliamo dell’invasione stratosferica e incontrollata da parte di orde fameliche, da ogni parte dell’Ecumene. Orde incamminatesi grazie alla dabbenaggine di taluni sedicenti statisti».

Ci sono politici che le hanno chiesto previsioni - o consigli - sulla loro carriera?

«Assistiamo da decenni politici di vari Paesi, Italia compresa, e i nostri Vaticini - considerati in verità da taluni analisi politiche assai elaborate - sono apprezzati dagli intenditori. Del resto, anche nel programma di Radio Uno Rai ove siamo da dieci anni, Un giorno da pecora, ogni giorno incontriamo uomini politici e altri personaggi di varia estrazione, e vaticiniamo a richiesta dei valenti conduttori, e lo stesso facciamo quando compariamo a La Zanzara o Radio Cusano Campus o altrove».

Può farci qualche nome?

«Non possiamo svelare i nomi di chi incontriamo privatamente perché siamo tenuti al segreto professionale. Ma pubblicamente abbiamo interagito con personaggi di vario orientamento politico, da Salvini alla Meloni, da Brunetta a La Russa, da Casini a Mastella, e potremmo andare avanti a lungo. A Giachetti abbiamo pronosticato la sconfitta alle elezioni di Roma. Nel 1995, alla Festa di Cuore, Bertinotti, Veltroni e Prodi unirono le candele che avevamo donato loro per propiziare la vittoria dell’Ulivo. Che poi effettivamente si verificò l’anno successi- vo».

C’è un augurio che vuol fare agli italiani per il 2017?

«Tenete gli occhi bene aperti e puntati sulle astute mosse dell’ex Duce Puffo: Noi vi auguriamo di saperlo fare. In ogni caso, Noi li terremo bene aperti e faremo quanto possibile per la vostra protezione e salvezza, amate pecorelle, e per difendere la Repubblica e la Libertà dai gravi pericoli incombenti. Noi benediciamo il popolo italiano con speciale riguardo ai lettori de Il Tempo. Gli Operatori dell’Occulto riconosciuti dall’Ordine degli Occultisti di Italia - che già sono scesi sulle colline di Firenze alla vigilia del voto referendario per sbarrare il cammino al nefasto Puffo - lo faranno di nuovo, se sarà necessario». 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incidente in fabbrica, un fiume di succo di frutta invade la città

Agguato nella bisca del domino, lo colpiscono con un'ascia ma rimane illeso. Poi la rissa
Belen, show nuda nella vasca. E il web impazzisce
Lei è la sindaca? La Merkel snobba Virginia Raggi