RUBY TER

Il solito copione dei giudici di Milano: "Processate Berlusconi"

Ci sono cose che non cambiano mai. Certezze incrollabili. Una di queste è che a Milano ci sarà sempre un magistrato pronto a chiedere un processo per Silvio Berlusconi. Oggi è toccato al procuratore aggiunto Piero Forno e ai pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio, che hanno chiesto il rinvio a giudizio per l'ex premier nel corso dell'udienza preliminare del processo Ruby Ter, davanti al gup Carlo Ottone de Marchi.

La posizione del Cavaliere era stata stralciata il 3 ottobre scorso per ragioni di salute. Berlusconi, infatti, aveva in programma un periodo di cure a New York negli Stati Uniti, per problemi cardiaci. Ricovero a cui sono seguiti due controlli al San Raffaele di Milano. Il leader di Forza Italia è accusato di corruzione in atti giudiziari per avere "comprato" il silenzio di Ruby e di altri ospiti delle cene di Arcore nel processo, concluso con un'assoluzione, in cui era imputato per concussione e prostituzione minorile.

L'udienza preliminare riprenderà il 28 gennaio alle 9.30. In quell'occasione prenderà la parola il difensore di Berlusconi, Franco Coppi, che oggi era impegnato a Roma nel processo Mafia Capitale. Ci sarà quindi tempo per eventuali repliche prima che il gup si ritiri in camera di consiglio.

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.