cerca

IL FUTURO DEL CENTRODESTRA

Silvio Berlusconi rilancia Paolo Del Debbio leader

Silvio Berlusconi rilancia Paolo Del Debbio leader

Di sicuro gli sarebbe piaciuto candidarlo sindaco di Milano. Ma Paolo Del Debbio, dopo un furioso pressing, declinò l'offerta. Ora Silvio Berlusconi ci riprova. E ospite del conduttore su Rete 4 gli offre pubblicamente la leadership di Forza Italia e, di fatto, del centrodestra. "È il nostro Trump. Ricordo che Paolo del Debbio è stato seduto con me nel 1994 a stendere il programma liberale del governo. Ci rifletta - lo incalza - con il sorriso ma ho detto una verità". Il giornalista, un po' imbarazzato, ha provato a replicare: "Del Debbio ha un cellulare se lo faccia dare".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • ADRIANO

    BENELLI

    15:03, 02 Dicembre 2016

    attenzione!

    E del Debbio si dovrebbe fidare? Non aveva lanciato anche Parisi? Cose da morire dal ridere

    Rispondi

    Report

  • mauro

    mattetti

    10:10, 02 Dicembre 2016

    NON CI SONO PAROLE......

    Questo Berlusconi, ormai, ha perso, perfino, l'ultimo barlume di considerazione, che avevamo per lui. Non ragiona piu', ormai.....scommette! Non parla piu', straparla! Che non sia piu', il Silvio Berlusconi, del 1994, lo sapevamo gia' da un pezzetto, ma arrivare a stravolgere le sensazioni, gli umori, i pareri, le considerazioni, i desideri degli elettori del centrodestra, soltanto per mettere lo zampino, su tutto e tutti, prima di andarsene, e' veramente troppo. Rinchiudetelo! Che se ne vada! Non lo vogliamo piu' sentire., ne' vedere, ne' leggere!

    Rispondi

    Report

  • Pietro

    Bondanini

    00:12, 02 Dicembre 2016

    Svelare il nuovo Leader

    Scegliere un leader per avvallo d'interposta persona? Insomma cosa vogliamo noi elettori? Una persona che ci rappresenti, oppure qualcuno che proponga il nuovo paradigma esistenziale che spero non sia un ordine né una prassi? Ecco, l'uno e l'altro e credo non sia necessario fare un altro referendum per capirlo. La nuova proposta di Silvio Berlusconi, cade proprio quando dobbiamo recarci alle urne non per scegliere un leader, ma per scrivere un Sì o un No su una scheda. Non credo di essere l'unico a non essere capace di percepire un alternativa sulla quale occorra decidere qualcosa. Tutte le leggi vanno lette, interpretate ed applicate dall'art. 1 sino all'ultimo ed ogni comma deve combinarsi in modo che chiaramente appaino distinti i soggetti, gli attributi e gli oggetti. Ora tutto c'è nella nostra Costituzione tranne il soggetto reale definito e vivo. Non è il cittadino, ma il lavoro che si estrinseca in un'impresa senza imprenditore. Avrei dell'altro da dire, ma taccio perché quel poco qui scritto è sufficiente per mostrare che dopo il referendum, alle prossime elezioni, non sapremo ancora per quale leader dovremo votare: per un altro venditore di sogni, oppure per una ottima Persona come Paolo Del Debbio? Ovviamente, senza escludere la scelta tra analoghi leader oppositori dell'altro partito che immagino continuerà a denominarsi "democratico"?

    Rispondi

    Report

Opinioni