giovedì 24 aprile 2014
.
Sfogliatore
ACQUISTA EDIZIONE
LEGGI L’EDIZIONE
20/07/2008 24:00

Riunione a Orvieto

Storace e Santanché al bivio: tornare con il Cav o continuare da soli

Mentre invece, come sottolinea il segretario del partito Storace, «in Italia c'è bisogno dei nostri valori».
La sala dei congressi del Palazzo del Popolo è stracolma, tanto che gli organizzatori manifestano un po' di sorpresa per la tanta affluenza: c'è quasi l'intero popolo della Destra di Francesco Storace e Daniela Santanchè, raccolto nella cittadina umbra con il desiderio di «ritrovare la nostra vera identità e stabilire la linea politica di questo partito». Ed è proprio questo il nodo centrale, anche se non ufficialmente: rientrare nel Pdl e quindi affiancare il governo di Silvio Berlusconi, o continuare a correre da soli? Su questo i rumors sono tanti e il «popolo dei camerati» (a cominciare dai suoi leader), è diviso. Ed oggi, giornata clou della conferenza della destra, con gli interventi di Storace e della Santanchè in tarda mattinata, si tenterà di arrivare ad un punto comune. Il primo, ex alleato di Gianfranco Fini, tende a voler mantenere l'identità del partito e, da quanto bisbiglia qualcuno in sala, preferirebbe continuare a fare il battitore libero. La seconda, forte anche del suo rapporto con Silvio Berlusconi, punta invece a rendere il partito «un attore protagonista» all'interno del Pdl «mantenendo la sua identità e alla pari degli altri alleati». Anche perché, come fa notare qualche partecipante, il ritrovato feeling tra i due storici amici, Storace e Alemanno, che ha portato per il segretario della Destra l'incarico di presidente della Commissione Roma Capitale, va già in questa direzione.

Redazione online






consenso al trattamento dei dati
I commenti inviati vengono pubblicati solo dopo esser stati approvati dalla redazione






Invia una copia anche al tuo indirizzo di posta
Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro

 

Copyright 2001 Quotidiano IL Tempo srl tutti i diritti riservati - Gerenza - Pubblicità