cerca

Brutti: «Non avrei fatto come D'Alfonso»

Brutti, che si prende un «bravo» da Gasparri e dal sottosegretario della Lega Roberto Castelli, che hanno partecipato insieme a Rocco Buttiglione ad un dibattito su affari e politica, ha spiegato che l'iniziativa di D'Alfonso «serve a fare in modo che l'ordinaria amministrazione sia gestita da una giunta eletta democraticamente, invece che da un commissario, in attesa delle elezioni».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500