cerca

Bocciata la proposta di Tenaglia

«Così come è ora la situazione degli uffici giudiziari italiani sotto il profilo degli organici, è un'ipotesi non praticabile» dice senza mezzi termini il leader del sindacato delle toghe Luca Palamara. E spiega: «prevedere un collegio di tre giudici per le misure cautelari porterebbe, per il sistema delle incompatibilità, alla paralisi dell'attività dei piccoli tribunali»; con il risultato che i giudici di quegli uffici finirebbero con l'esprimersi solo sulle misure cautelare «ma non sui giudizi di merito».
Un problema non di poco conto, considerato che - secondo le stime
del sindacato delle toghe - i piccoli tribunali sono un centinaio circa dei 166 complessivi uffici giudiziari italiani, e 67 hanno organici inferiori alle venti unità. Per questo «prima di pensare a un organo collegiale - sostiene il presidente dell'Anm - vanno affrontate altre questioni, a cominciare da quella degli organici».
Critica sulla proposta Tenaglia anche l'Unione delle Camere penali.
«Perché si sente oggi la necessità di trasferire a un organo collegiale una decisione sinora rimessa a un giudice singolo? Perché si avverte che c'è un forte allineamento del gip sulle richieste del pm, come è accaduto ad esempio nella vicenda di Pescara. Ma non è affatto detto - afferma il suo presidente Oreste Dominioni - che le cose andrebbero diversamente con un organo collegiale. Perchè il difetto è nel manico».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Jennifer Lopez bella e sensuale ai Billboard Latin Music Awards

Incidente in fabbrica, migliaia di litri di succo di frutta nelle strade
Agguato nella bisca del domino, lo colpiscono con un'ascia ma rimane illeso. Poi la rissa
Belen, show nuda nella vasca. E il web impazzisce