cerca

«Pirati islamici ci oscurano il giornale»

Sono preoccupato - dichiara Torriero - per il ripetersi di questo sabotaggio informatico che prende di mira una rivista come la nostra che combatte da anni per la modernizzazione delle idee, non per lo scontro di religioni, ma per l'immigrazione di qualità e la nuova cittadinanza».
«Secondo Torriero verrebbe contestata «la nostra proposta di cittadinanza "a punti". La prova ne è la pubblicazione polemica dei nostri articoli sull'argomento nei vari siti islamici. Una proposta che al contrario intende delineare un percorso di regolarità costituzionale e legale. Nel caso dell'Islam - prosegue il direttore - ci deve essere il rispetto della cultura, tradizione e costituzione italiana: le moschee e gli Imam vanno controllati e i figli degli immigrati islamici devono frequentare le scuole di Stato. L'attacco contro la nostra rivista - conclude Torriero - dimostra che a Roma la sicurezza è veramente un'emergenza a 360 gradi».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello