cerca

Latina, la destra fa la parte del leone e in diversi comuni scalza la sinistra

Altro successo a Lenola con identico effetto e numeri record per De Filippis, conferma a Ponza con Pompeo Porzio. E non è tutto: scalata a Priverno da anni in mano alle sinistre con Macci a capo di una lista civica, una costola della destra. Ballottaggio in vista per Sezze e Formia, i due centri al di sopra di 15 mila abitanti. A Sezze la sfida è tra Lidano Zarra, candidato di sei liste civiche nate da una spaccatura nel centro-destra, attestato al 40% e Giovambattista Giorgi del centro-sinistra, vecchia figura storica con radici nell'ex Pci che ha il 30% dei voti. Giuseppe Ciarlo, candidato della destra, regge bene il confronto con il capo carismatico delle sinistre pur soffrendo della spaccatura nella Cdl. Ballottaggio anche a Formia tra Giuseppe Simenone, candidato della destra e Sandro Bartolomeo espressione della sinistra che lo supera di qualche punto. Anche su Simeone l'effetto negativo di una divisione nella Cdl a tutto vantaggio della sinistra. Nel Viterbese a Vignanello ha vinto l'Ulivo con Federico Grattarola mentre a Sutri si è confermato il sindaco uscente, Vincenzo Petroni (Cdl). In provincia di Frosinone il centrodestra vince con Rotondi nel feudo rosso di Boville Ernica ma non riconquista il centro più importante tra i 9 dove si è votato, Ferentino, che ritorna all'Ulivo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni