cerca

Oltre 11 milioni alle urne oggi e domani

Sarà anche un test politico per verificare la tenuta delle alleanze. Sfide significative a Roma e in Sicilia

Ma anche test politico per gli schieramenti in gara, per verificare la tenuta delle alleanze e come reagiranno gli elettori di fronte al violento scontro in atto tra maggioranza ed opposizione, e tra governo ed una parte della magistratura. Oggi e domani si voterà per rinnovare 12 consigli provinciali (Massa Carrara, Roma, Benevento, Foggia, Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Siracusa, Trapani). E 492 amministrazioni comunali, con 9 capoluoghi di provincia (Bresca, Sondrio, Treviso, Vicenza, Massa, Pisa, Pescara, Messina e Ragusa). In caso di ballottaggio si tornerà a votare domenica 8 e lunedì 9 giugno.
Ai blocchi di partenza per le provinciali Cdl e Ulivo sono alla pari: 6 amministrazioni uscenti sono di centrodestra (Roma, Agrigento, Catania, Messina, Palermo e Trapani) e 6 di centrosinistra (Benevento, Foggia, Caltanissetta, Enna, Siracusa e Massa). Per le elezioni comunali nei 9 capoluoghi di provincia è in leggero vantaggio la Casa delle Libertà con 5 amministrazioni uscenti (Pescara, Messina, Ragusa, Treviso e Vicenza) contro le 4 dell'Ulivo (Brescia, Sondrio, Massa e Pisa). In 87 comuni superiori a 15 mila abitanti, inoltre, 43 amministrazioni uscenti sono di centrodestra e 44 di centrosinistra. Nei 406 comuni inferiori a 15 mila abitanti, invece, 157 sono di centrodestra, 244 di centrosinistra e 5 con altra maggioranza.
Numerose sono le sfide significative. Per la provincia di Roma più di 3 milioni di elettori sono chiamati a scegliere tra il presidente uscente Silvano Moffa (Cdl) ed Enrico Gasbarra (Ulivo), attuale vicesindaco della giunta Veltroni. A Brescia scontro tra l'uscente Paolo Corsini (Ulivo), Viviana Beccalossi (Cdl) e Cesare Galli (Lega). Corre da solo anche il candidato di Prc Mirko Lombardi, mentre in quasi tutte le città il partito di Bertinotti è alleato con l'Ulivo. La Lega non ha accettato l'alleanza con la Cdl neanche a Vicenza dove ha candidato Stefano Stefani contro Enrico Hullweck (Cdl) e Vincenzo Riboni (Ulivo). A Pisa in gara sono il sindaco uscente Paolo Fontanelli (Ulivo), l'ex segretario provinciale della Cisl Michele Mezzanotte (Lista civica sostenuta dalla Cdl) e Roberta Fantozzi (Prc). A Sondrio Angelo Schena (Ulivo) contro Bianca Bianchini (Cdl). A Massa Fabrizio Neri (Ulivo) contro Gerardo Ciarleglio (Cdl) e Achille Capulzini (Lega). A Treviso Maria Luisa Campagner (Ulivo) contro Letizia Ortica (Cdl) e Giampaolo Gobbo (Lega). A Pescara Luciano D'Alfonso (Ulivo) contro Carlo Masci (Cdl).
Vero test nazionale in Sicilia dove si vota per il rinnovo di 8 dei 9 consigli provinciali e per eleggere i sindaci di Ragusa e di Messina. L'Ulivo parte svantaggiato con 3 presidenti provinciali uscenti (Caltanissetta, Enna, Siracusa) contro i 5 della Cdl (Palermo, Trapani, Agrigento, Catania e Messina). Per il Centrosinistra la partita è di importanza vitale perchè deve tentare di far dimenticare la clamorosa sconfitta del 2001.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incidente in fabbrica, un fiume di succo di frutta invade la città

Agguato nella bisca del domino, lo colpiscono con un'ascia ma rimane illeso. Poi la rissa
Belen, show nuda nella vasca. E il web impazzisce
Lei è la sindaca? La Merkel snobba Virginia Raggi