cerca

Oltre 11 milioni alle urne oggi e domani

Sarà anche un test politico per verificare la tenuta delle alleanze. Sfide significative a Roma e in Sicilia

Ma anche test politico per gli schieramenti in gara, per verificare la tenuta delle alleanze e come reagiranno gli elettori di fronte al violento scontro in atto tra maggioranza ed opposizione, e tra governo ed una parte della magistratura. Oggi e domani si voterà per rinnovare 12 consigli provinciali (Massa Carrara, Roma, Benevento, Foggia, Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Siracusa, Trapani). E 492 amministrazioni comunali, con 9 capoluoghi di provincia (Bresca, Sondrio, Treviso, Vicenza, Massa, Pisa, Pescara, Messina e Ragusa). In caso di ballottaggio si tornerà a votare domenica 8 e lunedì 9 giugno.
Ai blocchi di partenza per le provinciali Cdl e Ulivo sono alla pari: 6 amministrazioni uscenti sono di centrodestra (Roma, Agrigento, Catania, Messina, Palermo e Trapani) e 6 di centrosinistra (Benevento, Foggia, Caltanissetta, Enna, Siracusa e Massa). Per le elezioni comunali nei 9 capoluoghi di provincia è in leggero vantaggio la Casa delle Libertà con 5 amministrazioni uscenti (Pescara, Messina, Ragusa, Treviso e Vicenza) contro le 4 dell'Ulivo (Brescia, Sondrio, Massa e Pisa). In 87 comuni superiori a 15 mila abitanti, inoltre, 43 amministrazioni uscenti sono di centrodestra e 44 di centrosinistra. Nei 406 comuni inferiori a 15 mila abitanti, invece, 157 sono di centrodestra, 244 di centrosinistra e 5 con altra maggioranza.
Numerose sono le sfide significative. Per la provincia di Roma più di 3 milioni di elettori sono chiamati a scegliere tra il presidente uscente Silvano Moffa (Cdl) ed Enrico Gasbarra (Ulivo), attuale vicesindaco della giunta Veltroni. A Brescia scontro tra l'uscente Paolo Corsini (Ulivo), Viviana Beccalossi (Cdl) e Cesare Galli (Lega). Corre da solo anche il candidato di Prc Mirko Lombardi, mentre in quasi tutte le città il partito di Bertinotti è alleato con l'Ulivo. La Lega non ha accettato l'alleanza con la Cdl neanche a Vicenza dove ha candidato Stefano Stefani contro Enrico Hullweck (Cdl) e Vincenzo Riboni (Ulivo). A Pisa in gara sono il sindaco uscente Paolo Fontanelli (Ulivo), l'ex segretario provinciale della Cisl Michele Mezzanotte (Lista civica sostenuta dalla Cdl) e Roberta Fantozzi (Prc). A Sondrio Angelo Schena (Ulivo) contro Bianca Bianchini (Cdl). A Massa Fabrizio Neri (Ulivo) contro Gerardo Ciarleglio (Cdl) e Achille Capulzini (Lega). A Treviso Maria Luisa Campagner (Ulivo) contro Letizia Ortica (Cdl) e Giampaolo Gobbo (Lega). A Pescara Luciano D'Alfonso (Ulivo) contro Carlo Masci (Cdl).
Vero test nazionale in Sicilia dove si vota per il rinnovo di 8 dei 9 consigli provinciali e per eleggere i sindaci di Ragusa e di Messina. L'Ulivo parte svantaggiato con 3 presidenti provinciali uscenti (Caltanissetta, Enna, Siracusa) contro i 5 della Cdl (Palermo, Trapani, Agrigento, Catania e Messina). Per il Centrosinistra la partita è di importanza vitale perchè deve tentare di far dimenticare la clamorosa sconfitta del 2001.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni