cerca

NUOVA lettera di Claudio Petruccioli a Bruno Vespa su «Porta a Porta» e le partecipazioni del consigliere ...

E il Comitato dei Saggi di viale Mazzini decide di riabilitare la D'Eusanio affidandole in autunno la prima serata.
«Mi scusi se ho la scortesia di scriverle di nuovo», premette il presidente della Vigilanza nella missiva datata 12 maggio che fa riferimento, tra l'altro, ad alcune dichiarazioni dello stesso Vespa, come quelle in cui si spiegava che la puntata di «Porta a porta» in cui era ospite Francesco Alberoni era stata registrata il 13 marzo. «Non le nascondo la mia sorpresa -scrive Petruccioli- Non ignoravo che "Porta a porta" venisse registrata, ma pensavo solo poche ora prima che la vedessero gli italiani. Che si potesse arrivare a due mesi andava al di là della mia immaginazione. Non ero informato; ne prendo atto». Per Petruccioli «andrebbe davvero introdotta la prassi di segnalare in sovraimpressione la data di origine del materiale trasmesso in Tv».
E Vespa ieri ha replicato al presidente della Vigilanza: «Porta a porta va in diretta quando, come ieri sera (l'attentato di Riad), lo richiede la cronaca. Per comodità degli ospiti, abitualmente registriamo la puntata poco prima della trasmissione». Bruno Vespa, dopo la lettera diffusa del presidente della Commissione di Vigilanza, ha deciso di intervenire pubblicamente: «Non abbiamo in questo momento - continua Vespa - nemmeno una trasmissione in magazzino, nel senso che basta una mia indisposizione a non mandare in onda il programma. Qualche volta, durante la stagione, ne abbiamo una. È il caso di quella che ospitava Alberoni. Per tranquillità del presidente Petruccioli gli assicuriamo che il problema delle anime gemelle non è invecchiato negli ultimi due mesi».
In riferimento alla puntata di «Porta a Porta» che aveva il consigliere Alberoni come ospite insieme ad Alda D'Eusanio, Petruccioli aveva considerato poco opportuna anche presenza della conduttrice, visto che la stessa era stata al centro di un provvedimento disciplinare. E pensare che nell'ultima riunione del Comitato strategico presieduto da Cattaneo (che si occupa in prevalenza del palinsesto), si è parlato a lungo, per il prossimo autunno, di una conferma per la D'Eusanio, che su RaiDue dovrebbe condurre anche delle prime serate, proprio come era in programma prima del provvedimento a suo carico deciso dal CdA di Baldassarre e Albertoni. Dopo la multa, quindi, ecco la promozione.
Giu.Cer.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500