cerca

IL 19 MAGGIO

Sanità e Enti locali sciopero in arrivo

L'8 maggio, infatti, l'Aran ha già convocato i sindacati per la sigla del nuovo contratto nazionale»: così il presidente dell'Aran, Guido Fantoni si esprime sulla conclusione della vertenza ritenendo che saranno superate le obiezioni di Giulio Tremonti all'intesa siglata a febbraio.
«Il ministro dell'Economia - spiega Fantoni - in una nota inviata all'Aran ha chiesto la modifica di due clausole: una relativa all'indennità speciale, che sarà esclusa dalla base di calcolo della retribuzione utile per la pensione; l'altra sul procedimento disciplinare che prevede la trasformazione del codice di disciplina con l'introduzione della sanzione disciplinare della sospensione dal servizio da 11 giorni fino ad un massimo di 6 mesi, per evitare l'applicazione della più grave sanzione del licenziamento con preavviso anche per infrazioni di modesta entità». Fantoni quindi si è augurato che entro l'anno «si concludano tutti i contratti pubblici che interessano circa tre milioni di lavoratori».
I sindacati però non condividono. Il prossimo 19 maggio si fermeranno i lavoratori del Parastato, delle Agenzie fiscali e della presidenza del Consiglio per protestare contro i ritardi nell'avvio delle trattative per il rinnovo dei contratti, scaduti il 31 dicembre del 2001. Le segreterie nazionali Fp Cgil, Cisl Fps, Uil Fpl e Uil Pa, hanno convocato un'assemblea-manifestazione di quadri e delegati l'8 maggio a Roma e proseguono nella mobilitazione nei comparti della dirigenza di Sanità, Enti Locali, Enti Pubblici non Economici, Agenzie Fiscali e Presidenza del Consiglio.
Il ministro Tremonti, infatti, ha di fatto bloccato l'ipotesi di accordo sul rinnovo del contratto di lavoro del personale parastatale, siglato da governo e parti sociali. Bloccati anche i rinnovi per Sanità e Enti locali, per disincagliare i quali è previsto un vertice tra il vice presidente del Consiglio, Gianfranco Fini e i titolari dell'Economia e della Funzione Pubblica.
«Il governo sconfessa se stesso», dice il segretario generale della Fp-Cgil, Laimer Armuzzi, sullo stop di Tremonti ai rinnovi del pubblico impiego. «Per il ministro l'intesa vale solo per i ministeriali e non per gli altri comparti della Pubblica Amministrazione».
Duri i toni anche da parte della Cisl. «Altro che Forum P.a., il governo faccia meno chiacchiere e assegni ai lavoratori i soldi che gli spettano per legge», dice il segretario della Fps-Cisl, Rino Tarelli.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Jennifer Lopez bella e sensuale ai Billboard Latin Music Awards

Incidente in fabbrica, migliaia di litri di succo di frutta nelle strade
Agguato nella bisca del domino, lo colpiscono con un'ascia ma rimane illeso. Poi la rissa
Belen, show nuda nella vasca. E il web impazzisce