cerca

Lega, domani Bossi riunisce il «suo» popolo

Alla manifestazione Umberto Bossi e i dirigenti della Lega vogliono dare la veste della consultazione diretta della base per decidere quali posizioni assumerà il Movimento nell'immediato futuro. Prima, questo pomeriggio, una assemblea (a porte chiuse) riunirà gli eletti leghisti nelle istituzioni e i consiglieri nazionali del Movimento.
«Valuteremo - ha spiegato Calderoli, coordinatore delle segreterie nazionali leghiste - il cammino della Devoluzione dopo i primi due passaggi in Parlamento, il cammino delle riforme, valuteremo la questione di quella che abbiamo definito la controriforma La Loggia-D'Onofrio».
Dalle valutazioni dell'assemblea scaturirà una serie di proposte o linee programmatiche (tre o più) sulle posizioni che la Lega potrà assumere nei prossimi mesi. Tali proposte finiranno su schede che verranno distribuite domani al «popolo» riunito a Pontida. Una volta votate e raccolte le schede saranno scrutinate e ne uscirà una indicazione per i dirigenti.
«Da Pontida - ha detto Calderoli - ci aspettiamo un rilancio dell'aspetto movimentista della Lega». E su che cosa voglia dire movimentista, ha chiarito: «Che la politica si fa anche nelle strade e nelle piazze, come è nostra tradizione da sempre».
«Di cose questo Governo ne ha fatte - ha spiegato Calderoli - anche se è stata riscontrata una certa difficoltà in molti casi nel portare avanti le riforme. Ed è stata proprio la Lega a tirare il cavallo per la briglia al fine di portare a casa i risultati. Ecco, ci confrontiamo per discutere di questo e capire come procedere. Perchè ci sono dei problemi ben noti, come la questione della controriforma La Loggia-D'Onofrio o quella di Roma Capitale».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni