cerca

Busta paga più pesante, ancora un sogno per oltre 200 mila statali

È questo l'effetto che produrrà - secondo i sindacati - la decisione del governo di autorizzare il contratto condizionando, però, il via libera ad alcune precisazioni che dovranno essere inserite nel testo dell'intesa.
Le precisazioni riguardano principalmente la parte dell'accordo che prevede il conglobamento dell'indennità integrativa speciale (cioè la contingenza) nella voce dello stipendio. Il costo dell'operazione è di circa 9 euro medie pro-capite e, secondo la nota diffusa in occasione dell'accordo dall'Aran, essa consente di avere una indennità di buonuscita (la liquidazione degli statali) più elevata a chi va in pensione da gennaio 2003 in poi. In particolare, il governo ha chiesto di precisare che la quota dell'indennità conglobata nello stipendio non modifichi la base di calcolo per la base pensionabile.
Ma anche che il conglobamento non abbia effetti diretti o indiretti sul trattamento complessivo del personale in servizio all'estero. Per i sindacati queste precisazioni richieste dal governo faranno perdere ulteriore tempo per l'entrata in vigore del contratto (il precedente è scaduto a dicembre 2001) perchè, prima che l'intesa passi all'esame della Corte dei Conti, bisognerà tornare all'Aran per esaminare le richieste pervenute.
Per il segretario nazionale della Fp-Cgil, Carlo Podda, «il governo ha disatteso i termini previsti dalle legge. Anzichè chiedere fuori tempi riflessioni sul contratto degli statali farebbe bene ad occuparsi dei contratti di cui non si sa nulla che riguardano i lavoratori di sanità, enti locali e parastato: complessivamente 1.260.000 lavoratori per i quali la direttiva contrattuale ancora non è arrivata». Per questo, secondo Podda, «se entro questa settimana non si avranno notizie su questi contratti sarà inevitabile il ricorso allo sciopero. Non si può continuare così». «Il presupposto è che l'Aran abbia pieno mandato perchè rappresenta le amministrazioni - afferma il segretario confederale della Uil, Antonio Foccillo - l'anomalia è che debba riaprirsi il contratto dopo che si è fatta già una trattativa. Si è fatta tanta polemica sull'entità dell'aumento, ma ancora non si sa quando lo avranno i ministeriali».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni