cerca

La fine dell'atomo italiano

Nel cuore della centrale nucleare del Garigliano

La Sogin, la società incaricata dello smantellamento del nucleare italiano, ha aperto le porte della centrale del Garigliano. I lavori per la demolizione del camino sono partiti il 21 agosto e l'altezza della ciminiera è già scesa da 95 a 70 metri. Prima, però, un robot ha grattato le pareti togliendo le parti contaminate dalla radioattività. I lavori termineranno a breve. Poi la società guidata dall'ad, Luca Desiata, partirà (manca solo un'autorizzazione dell'Ispra) all'attacco del contenitore del reattore nucleare. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni