reality & polemiche

Isola dei Famosi, resa dei conti sul canna-gate. Giucas si ritira, in nomination Alessia Mancini, Elena Morali e Bianca Atzei

Giada Oricchio

L’Isola dei Famosi credibile come un asino che vola. Alla sesta puntata del reality, Alessia Marcuzzi fa parlare Andrea Marchi (il capo degli autori del reality) per replicare alle accuse di Eva Henger sul “canna-gate”, ma tirando le somme è sempre l’ex naufraga a finire sul banco degli imputati; mentre il ritirato Francesco Monte fa la diva capricciosa, libero di non presentarsi in trasmissione  per il faccia a faccia con la sua accusatrice. Giucas si ritira definitivamente, Paola è eliminata, ma raggiunge Filippo Nardi sull' “Isola che non c’è”. Con Cecilia Capriotti e Nadia Rinaldi sono al televoto per tornare in gioco. In nomination Alessia Mancini, Elena Morali e Bianca Atzei che si scannano a suon di “chi guadagna di più”.

Via d’uscita
La Marcuzzi non si fa “arrestare” da Montalbano (passato al martedì) e annuncia che la settima puntata andrà in onda lunedì. Poi passa la prima ora a stropicciare il “canna-gate” senza spendere una parola sull’ambiguo silenzio di Francesco Monte, evidentemente protetto dagli angeli di Craig Warwick. Alessia è incavolata per il naso di Pinocchio che le ha messo Striscia e si difende strenuamente insieme ad Andrea Marchi. La linea è sempre la stessa: non ci sono immagini, Francesco nega, Eva l’ha detto dopo la nomination. I nuovi audio di Chiara Nasti e Nadia Rinaldi sono non pervenuti, la produzione che ha vilipeso l’immagine di Giancarlo Scheri non merita nemmeno una mezza spiegazione. Alla domanda di Eva: “Perché Francesco non ha negato in diretta e ha detto ‘fai tutti i nomi di chi ha fumato’”, Marchi fa cadere le braccia: “Se lo sapessi, sarei un mago migliore di Giucas”. Dicono tutto e il contrario di tutto, niente e il contrario di niente. Nemmeno una parola sull’accusa di omofobia di Craig a Franco, anzi sì per dire che l’inglese si era sentito male e che quindi non se ne poteva parlare. Ci hanno preso per un popolo di imbecilli e forse hanno ragione perché continuare a seguire il finto reality è da masochisti.

Dopo le sabbie mobili del “canna-gate”, alle 22.25 si parla di Isola in senso stretto: le liti della settimana per shampoo, pettegolezzi e pizza. Segue l’eliminazione: il primo naufrago salvo è Nino Formicola, uomo cattivo secondo le ienette in costume, uomo serio e dignitoso per il pubblico. Restano Paola e Franco, la Marcuzzi manda in onda un confessionale di Paola: “Francesco ha lasciato un vuoto enorme, oggi non scapperei dalle telecamere e farei tutto alla luce del sole. E’ stato un appoggio fondamentale. Mi ha strappato due baci di nascosto. C’erano le basi per un inizio di qualcosa, vorrei riprendere da dove siamo rimasti. Gli ho fatto arrivare un messaggio tramite Filippo”.

La Marcuzzi è proud e le mostra un videomessaggio di Francesco Monte che recita male come nella particina di Furore: “Egoisticamente spero che te esca perché saprò dove trovarti. Sto bene e mi piace il tuo percorso”, Paola tradisce quanto detto prima (cioè che i naufraghi non sanno niente): “Ho chiesto sempre di dirmi cosa stava succedendo, come stava Francesco perché sapevo che c’erano un po’ di casini in ballo”. L’unico che ha capito che il silenzio è d’oro è Francesco Monte che pubblica sul suo profilo Instagram un cuore rosso con puntini in sospeso. Il televoto è comprensivo e romantico: Paola può lasciare l’isola e dedicarsi alle copertine di “Chi” con Monte. Vladimir Luxuria twitta: “Credo all’amore tra Paola e Francesco come sto credendo a tutte le promesse elettorali”. Tutto rimandato perché Paola è rimessa in gioco.

Un lampo nel buio
È il momento offerto dalla Gialappa’s Band: “Siamo qui a Playa marijuana, anche se siamo rimasti scioccati dalla battuta di Bossari questo amore è tutto fumo o c’è l’arrosto?”. “Maraa, cosa fai? I ginecologici d’Italia hanno visto tutto”. Poi il trio comico si assume la responsabilità della sigla di Forum mandata a caso durante il “canna-gate”: “Eravamo indecisi tra quella di Forum e di Un giorno in Pretura”. Più tardi si scopre che la Gialappa’s Band è più abile dell’ispettore Gadget e della produzione a scovare i filmati dei concorrenti bugiardi e rivela che Elena ha mentito spudoratamente a Franco. Gli ha giurato e spergiurato di non averlo nominato l’ultima volta: “Boh, non lo so. Io ho scelto Jonathan”.

Scherzo da prete
Dopo una vita da scapolo impenitente, Nino ha deciso di sposare Alessandra, ma gli autori hanno voluto stupirci con una mirabolante, stupefacente idea: far credere al comico che è padre a sua insaputa. Nino ascolta lo scherzo con la stessa “toda joia” con cui ci si rovescia il brodo bollente sui pantaloni. E sbriciola lo scherzo come fosse la torta sbrisolona: “Sei una pessima attrice. Tu e Alessia non valete una cicca come attrici. Se aprite la porta dello studio ci sono i 7 nani”.  

Operazione “arruffianati i social”
La Marcuzzi continua a sorridere e a dire quanto è un successo il programma e per dimostrarlo mostra alcuni dei tweet più divertenti sull’Isola. Vedessi mai… E’ il momento dell’esperimento di Giucas Casella che si deve ritirare. Lo accoglie calorosamente e spara una bugia colossale: “Giucas, in Italia è tutto un mossa di potere”. Che si sarà fumata?

“Ippinosi”
L’esperimento di Giucas consiste nell’immobilizzare Francesca Cipriani e riuscire a stare in piedi su di lei.  Lui l’avrebbe fatta cadere in catalessi, ma quella apre gli occhi, si fa schiacciare la cellulite e si fa calpestare da un invasato Giucas. Considerando a tutto quello che ci vogliono far credere, questo esperimento va giù come un calice di champagne. La Cipriani vince spaghetti per il gruppo e si rotola sulla sabbia avvinghiata a Giucas Casella che in diretta si lascia scappare: “Ho gli ormoni impazziti, mi devo calmare con un cinque contro uno”.

Il peor e il mejor
I naufraghi devono fare la prova di resistenza sulla corda per diventare mejor e peor. Francesca Cipriani starnazza convinta di fare audience: “Coso, coso, non levare la passerella altrimenti ti ammazzo”. Ovviamente è la peggiore, il migliore è Marco che batte Paola e Jonathan e va su Isla Bonita non con una donna, ma con Jonathan. La Cipriani chiede alla Marcuzzi: “Mi punite?” e quella: “Eh già vai sull’isola del peor”. In realtà non c’è più. Passerà la settimana legata a Bianca.

L’isola che non c’è e la minestra riscaldata
“L’Isola piace molto” ripete convinta la Marcuzzi che aggiunge: “i concorrenti scarseggiano e quindi apriamo un televoto in positivo dove Paola, Filippo, Nadia e Cecilia si contenderanno due posti per tornare in gioco”. C’è una settimana di tempo per decidere chi rimettere in gioco. Alessia fa finta di chiederlo anche a  Eva: “No, non me lo sento, anche per coerenza” e Daniele Bossari in versione Tinì di “UominieDonne” fa il suo secondo intervento della serata: “perché no?”, “non ho più entusiasmo e per coerenza”.  Filippo Nardi e Paola Di Benedetto attendono il verdetto su un’altra spiaggia, ribattezzata l’isola che non c’è.

Omofobia?
La Marcuzzi freme per affrontare il tema delle accuse rivolte da Craig a Franco (“mi ha detto sei gay, fai schifo”) tanto da ricordarsene a mezzanotte. Ma per dindirindina che sfortuna! Craig ha avuto un calo di pressione e alla conduttrice non sembra corretto parlarne in assenza di Warwick. Michael Terlizzi, che a furia di fare lo sguardo tenebroso sembra costipato, mette i piedi in testa alla Marcuzzi: “E ma non è giusto! Lui ha parlato in assenza di mio padre, facile far finta di star male. Lui ha già detto la sua e mio padre non si è potuto difendere”. La poveretta è colpita da tanta veemenza, si giustifica e riporta l’ordine (poi Michael si scuserà perché Craig stava davvero male).
La caciara delle nomination
 
Il primo è Simone che nomina su impercettibili differenze e sceglie Franco “per i suoi caratteri spigolosi”, Paola sceglie Bianca “perché credo a Elena e non mi convince la voglia di Bianca di spacciarsi per ingenua e bimba, in realtà è sveglia”, Elena nomina Bianca “perché preferisco essere sincera e sono convinta che la verità vince su tutto (la Gialappa’s l’ha sbugiardata). Qui c’è una specie di setta, se notate lei e Alessia nominano le stesse persone”. Gli ultimi a fare la nomination sono Amaurys che manda al voto Simone “perché quando viene rimproverato dal gruppo la prende sul personale, è permaloso e non rispetta le regole” e Jonathan che nomina Francesca Cipriani “a malincuore ma non fa niente”. Bianca nomina Elena “perché è una manipolatrice, ha detto cattiverie e falsità sul mio conto ma non mi abbasso al suo livello”, “perché ho detto la verità e non sapeva cosa rispondere. Io avevo bisogno di protezione da te?” sibila Elena e la Atzei: “voglio andare avanti per la mia strada”.

Franco nomina Elena “perché ha messo zizzania e mi ha fatto litigare con Marco”, Nino ovviamente va su Elena “perché come me non se la prende per la nomination e sa stare al gioco” e quella sputa fuoco e fiamme: “Mi sta sulle scatole che non dite i veri motivi, siete bugiardi. Mi vanno bene le nomination, ma basta dire le cose alle spalle e non davanti alle telecamere. Voi siete un gruppetto che decidete tutti insieme chi votare”. Nino replica: “Cristo, saranno c***i miei come ragiono?”. Alessia sceglie Elena “perché quando discutevano a tre, mi hanno allontanata e hanno dato per scontato che stessi dalla parte di Bianca, non mi ha mai parlato, non mi è piaciuto come manipola e illude Simone” ma il mimo: “Io sono disilluso perché lei non mi ha mai illuso, è una persona di cuore”. Francesca nomina Bianca “perché non c’è confidenza”. Sprazzo della Cipriani: “A Sulmona c’è tanta neve? Possono uscire di casa? I supermercati sono aperti?”. E pure lei partecipa allo “sputtanescion”: gli isolani non dovrebbero sapere cosa avviene in Italia. Marco manda al voto Alessia (per nulla sorpresa) “perché ha un atteggiamento da professoressa e ha uscite amare”. Dopo le nomination scoppia la caciara, Elena: “Ma stai zitta che hai detto io prendo almeno il doppio del vostro cachet altrimenti non uscivo nemmeno di casa” e Bianca: “vergognati, mi hai detto quanto prende la tua amica Cipriani”, “Stai zitta che se parlo io…”. Non basteranno tutte le mosse di potere di questo mondo per disincagliare l’Isola, diventata un caos omertoso.

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.