cerca

DOMANI ARRIVA IL CROTONE

Di Francesco carica la Roma e lancia Karsdorp

Il tecnico: "Non dobbiamo accontentarci"

Di Francesco carica la Roma e lancia Karsdorp

L'olandese Karsdorp pronto all'esordio

E venne il giorno di Rick Karsdorp. Il 22enne terzino olandese voluto da Eusebio Di Francesco e pagato alle casse del Feyenoord 14 milioni di euro più bonus variabili fino a ulteriori 5, domani farà il suo debutto contro il Crotone nella decima giornata di andata di Serie A. Fin qui, Karsdorp è stato una sorta di ’oggetto misteriosò: dopo aver firmato con la Roma un contratto fino al 30 giugno 2022 e aver scelto la maglia numero 26, lo scorso 3 luglio si è sottoposto a intervento chirurgico in artroscopia per una lesione del corno posteriore del menisco esterno del ginocchio destro. I tempi di recupero sono stati più lunghi del previsto, domenica scorsa è riapparso in panchina a Torino senza scendere in campo ma domani all’Olimpico, per la sfida infrasettimanale contro i calabresi, è pronta per lui una casacca di titolare. A dare l’annuncio è stato lo stesso Di Francesco nella classica conferenza stampa della vigilia a Trigoria: «Karsdorp domani giocherà titolare». Uno dei suoi gioielli, uno dei due acquisti più cari della sessione estiva del mercato giallorosso, scalda i muscoli. L’altro invece, e cioè l’ex sampdoriano Schick, è destinato invece a uno spezzone di gara: «Deve mettersi a posto e poi potrebbe giocare in qualunque ruolo. L’importante è che questa squadra non cambi mentalità. Domani non giocherà dal primo minuto ma piano piano lo metteremo dentro, per noi è un valore aggiunto».

Crotone domani, Bologna sabato sera: due partite da vincere ad ogni costo per restare in scia delle prime e alimentare le speranze di scudetto. «Abbiamo un obiettivo importante: portare a casa sei punti in due partite non facili - dice l’ex coach del Sassuolo - Il turn over? Metto sempre in campo la squadra migliore. Di certo domani non lascerò in panchina Kolarov e Dzeko, valuterò prima di Bologna». Parlando della difesa Di Francesco ha aggiunto: «Federico Fazio potrebbe essere disponibile per domani, oggi lo valuteremo nel test. Se dovesse dare risposte positive sarà della partita. Per Kostas Manolas l’obiettivo è quello dei averlo disponibile con il Chelsea. Balliamo tra Chelsea e Fiorentina. Sta facendo un ottimo percorso, siamo ottimisti». Sempre domani sera spazio a due giovani che stanno lentamente accumulando minuti: «Under e Gerson potrebbero giocare titolari, magari tutti e due», ammette Di Francesco. Che festeggia i suoi primi quattro mesi sulla panchina dei capitolini: «Sono contento e soddisfatto di quello che la squadra sta dando. Siamo cresciuti tantissimo, in Europa ed anche in campionato: l’idea sta passando e questa è la cosa più importante. Quattro mesi qui non sono niente, è la continuità che dobbiamo avere e forse non è stato sempre così: dando continuità ad atteggiamenti e prestazioni, i risultati arriveranno di conseguenza. Voti non ne do, sono felice ma non mi accontento».

Allenamento a ranghi completi per la Roma con il solo Manolas rimasto fuori dalla lista dei convocati. Torna Fazio dopo il problema muscolare e andrà a far coppia con Juan Jesus. Di Francesco, pur non sottovalutando l’impegno infrasettimanale, farà ampio ricorso al turn over. Dentro dall’inizio Under e Gerson così come Karsdorp che giocherà la prima da titolare con la maglia della Roma.

Probabile formazione (4-3-3): Alisson; Karsdorp, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Gerson, De Rossi, Strootman; Under, Dzeko, Perotti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Clochard accoltella poliziotto: paura in via Appia Nuova

"La mia Lazio da Champions ma gli arbitri...", intervista esclusiva a Ciro Immobile
Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente
Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie

Opinioni