cerca

RESPINTO NEL 2014

Il killer di Marsiglia radicalizzato dal fratello arrestato a Ferrara

Il killer di Marsiglia radicalizzato dal fratello arrestato a Ferrara

Anis Hannachi, il fratello dell'attentatore di Marsiglia fermato sabato a Ferrara, avrebbe avuto un "ruolo attivo" nell'attacco del primo ottobre compiuto da Ahmed Hannachi e dove sono morte due donne. Sarebbe stato lui, infatti, a "indottrinare il fratello e provocarne la radicalizzazione", come ha spiegato Franco Roberti, procuratore nazionale antimafia e antiterorrismo facendo il punto sull'arresto e sulle indagini. Anis si trovava da pochissimi giorni in Italia, da non prima del 27 settembre, e non risulta la sua presenza a Marsiglia il giorno dell'attacco.

L'unica traccia precedente di Anis Hannachi in Italia "risale all'ottobre del 2014 quando venne respinto dal nostro Paese e rimandato in Tunisia in quanto irregolare". Lo ha reso noto Lamberto Giannini, direttore dell'Antiterrorismo, nel corso di una conferenza stampa, sottolineando come le autorità francesi lo accusino di "partecipazione ad associazione terroristica e concorso nell'omicidio di due donne a Marsiglia".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie