cerca

FOTOGRAFIA TRAGICA DELL'ECONOMIA CITTADINA

Capitale senza più capitali: Pil al rallentatore e consumi giù
Turismo al palo, tutti in fuga al Nord

Una Capitale senza più capitaliPil al rallentatore e consumi giù, pochi investimentiAbusivismo, turismo al palo. Tutti in fuga al NordE il declino di Roma non si ferma più

Prodotto interno lordo e consumi in discesa, flussi turistici al palo nonostante la grande occasione del Giubileo, grandi imprese che scappano verso il più accogliente ed efficiente Nord Italia e piccole imprese che chiudono, dal negozio all’artigianato.
A Roma, le difficoltà di questi ultimi anni hanno lasciato segni profondissimi nel tessuto economico e produttivo della città. Lacerazioni profonde che tardano a rimarginarsi, nonostante la fine ufficiale della recessione a livello nazionale sia stato decretato già da lungo tempo. Una vera e propria Crisi Capitale, i cui effetti negativi continuano a essere avvertiti in quasi ogni settore, dal turismo al commercio, con pesanti ricadute sociali, sull’occupazione, sul decoro cittadino e sulla legalità.

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni